Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Napoli: Rettorato e Museo dell’Orientale

Napoli: Rettorato e Museo dell’Orientale

Il palazzo Du Mesnil è un palazzo storico di Napoli. L'edificio fu costruito dai fratelli di una famiglia nobiliare di origine belga Ermanno e Oscar Du Mesnil, da cui prende il nome, L'Università Orientale, in cerca di nuovi spazi per le proprie strutture, acquistò l'edificio nel 2000. Vi trasferì quindi i locali del Rettorato, adibendo le altre sale a rappresentanza.
Il Museo Orientale Umberto Scerrato è un ente didattico dell'Università "L'Orientale" di Napoli, costituito dal centro museale vero e proprio, da una biblioteca e da un laboratorio archeologico. È intitolato alla memoria del professor Umberto Scerrato, suo principale fautore, e raccoglitore di alcuni tra i pezzi esposti afferenti al mondo islamico.

I fratelli Du Mesnil, imprenditori e urbanisti, realizzarono per conto del Comune di Napoli la colmata a mare che estese la terraferma della città da Mergellina all'attuale Borgo Santa Lucia, ottenendo in cambio la concessione a edificare sui nuovi suoli. La maggior parte degli edifici che attualmente si vedono a Santa Lucia, viale Gramsci e via Caracciolo furono progettati da Oscar Du Mesnil, a cui si deve anche il palazzo che i fratelli adibirono a usi di rappresentanza per ospiti e feste. Costruito tra gli anni Settanta e Ottanta del XIX secolo, il palazzo era inizialmente limitato al piano terra e al primo piano; agli inizi del nuovo secolo furono costruiti gli altri due piani rispettando il disegno e i materiali dell'originaria facciata. Di estrema sfarzosità, l'interno fu sottoposto a vincolo della Soprintendenza per i Beni Artistici nel 1989. Gli affreschi di argomento mitologico sono in parte non firmati; gli altri sono opera di Paolo Vetri (allievo di Domenico Morelli) e di Joseph Mazerolle. L'interno è principalmente in stile barocco e neoclassico, mentre l'arredo è di gusto settecentesco.
Il Museo Umberto Scerrato è stato aperto nel 2012. Rende omaggio al professore, da cui prende il nome, archeologo e docente dell’Orientale, che, all’inizio degli anni ’70 del Novecento, ebbe per primo l’idea di realizzare un Museo didattico acquisendo, per questo scopo, ceramiche e metalli di area iranica. La raccolta si è successivamente arricchita di reperti dell’arte orientale, in parte acquistati ed in parte donati, come pure di reperti provenienti da campagne di scavo dell’Orientale.
Attualmente sono presenti nelle collezioni del Museo stele funerarie egiziane, sigilli del Vicino Oriente antico, frammenti ceramici scavati in Sudan, materiali provenienti dall’Eritrea e dall’Etiopia, sculture dell’India del Nordovest, porcellane cinesi, a testimonianza della varietà d’interessi e della generosità di alcuni donatori. La vocazione didattica del Museo Orientale è sottolineata anche dalla presenza di sei plastici che documentano le attività archeologiche del nostro Ateneo in Iran e nello Yemen.

Altre informazioni utili: 

Numero max partecipanti: 40 persone

È necessaria la prenotazione presso il Club di Territorio di Napoli inviando una email a: 
napoli@volontaritouring.it 
Quote: la manifestazione prevede una libera contribuzione a partire da 2 € per i soci del Tci e da 4 € per i non soci, da corrispondere al momento della visita, per la copertura dei costi del Club di Territorio.
I soci e gli amici del Tci regolarmente iscritti alla manifestazione sono coperti da apposita polizza assicurativa per la responsabilità civile.
Le prenotazioni sono aperte.
Il Volontario Touring accompagnatore ha la facoltà di variare l’itinerario. La manifestazione si effettua anche in caso di pioggia.
Il Club di Territorio di Napoli del Tci si riserva il diritto di accettare o meno la prenotazione.
Manifestazione organizzata per i soci e gli amici del Tci e soggetta al regolamento della Commissione regionale consoli della Campania.
Sono ammessi in via eccezionale i non soci perché possano constatare la qualità e l'interesse delle nostre manifestazioni, e quindi associarsi.

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club