Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Napoli: L’Ombra del Sole nei monumenti della città

Napoli: L’Ombra del Sole nei monumenti della città

Sono circa una trentina gli orologi solari presenti nella città di Napoli, strumenti di interesse sia storico che scientifico necessari in passato per regolare le attività della vita quotidiana ed ancor oggi utili alla riscoperta di saperi ormai dimenticati.

Alcuni di essi ricadono nella particolare categoria delle meridiane che, come la parola stessa suggerisce, mostrano unicamente il momento del passaggio del sole al meridiano locale ovvero il mezzogiorno solare. Tra queste di particolare fascino sono quelle del tipo a camera oscura nelle quali non è l’ombra di uno stilo detto gnomone ad indicare la posizione del sole nel cielo ma è la luce stessa dell’astro che, passando in un foro opportunamente orientato verso il meridiano celeste praticato nel muro di una stanza, proietta l’immagine del disco solare all’interno su di una linea tracciata sul pavimento orientata nella direzione Nord-Sud.
Di questo tipo vi sono due esempi a Napoli all’interno della Certosa di San Martino e nel Museo Archeologico Nazionale. Lungo la linea possono essere presenti altre indicazioni a seconda del mutare della posizione del sole durante l’anno dovuta al moto di rivoluzione terrestre: i due punti estremi del solstizio d’estate e del solstizio d’inverno, il punto di equinozio ed i dodici segni zodiacali nei quali il sole viene a trovarsi ogni mese.
Le meridiane e gli orologi solari hanno conservato la loro importanza per fornire un riferimento temporale certo ed immutabile anche con l’avvento degli orologi meccanici (tra i quali uno dei più antichi è quello dell’arco di Sant’Eligio, risalente al XV secolo) che, a causa di attriti ed imperfezioni costruttive dei meccanismi, avevano bisogno di periodiche regolazioni che ne assicurassero il corretto funzionamento.

Prima Tappa - La Chiesa di Santa Maria di Montesanto con spiegazione della meridiana posta sulla facciata
Si raggiunge Piazzetta Tarsia con breve sosta per illustrare il Palazzo Spinelli Tarsia
Seconda Tappa - piazza Dante - Torre del Convitto Vittorio Emanuele II
Si continua per Port'Alba, piazza Bellini, via Santa Maria di Costantinopoli.
Terza Tappa - Museo Archeologico Nazionale
Si continua per piazza Cavour e via Foria 
Quarta Tappa - Facciata dell'Istituto tecnico G. B. Della Porta
Congedo e saluti - durata della passeggiata due ore 
Le spiegazioni delle meridiane che si osserveranno saranno fornite dall' Ing Antonio Coppola 

Altre informazioni utili: 

Numero max partecipanti: 40 persone 
È necessaria la prenotazione presso il Club di Territorio di Napoli inviando una email a: 
napoli@volontaritouring.it 
Le prenotazioni sono aperte.
Quote: 
la manifestazione prevede una contribuzione di 5 € per i soci e gli amici del Touring Club Italiano a copertura dei costi organizzativi e della guida del Touring.
I soci e gli amici del Touring Club Italiano regolarmente iscritti alla manifestazione sono coperti da apposita polizza assicurativa per la responsabilità civile.
Per comunicazioni urgenti il giorno della manifestazione è possibile contattare il numero 342.7225705 ( Eduardo Amato). 
Il Volontario Touring accompagnatore ha la facoltà di variare l’itinerario. La manifestazione si effettua anche in caso di pioggia.
Il Club di Territorio di Napoli del Touring Club Italiano si riserva il diritto di accettare o meno la prenotazione.
Manifestazione organizzata per i soci e gli amici del TCI e soggetta al regolamento della Commissione regionale consoli della Campania. 
Sono ammessi in via eccezionale i non soci perché possano constatare la qualità e l'interesse delle nostre manifestazioni, e quindi associarsi.