Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Napoli: Fabbrica di cioccolato Gay Odin

Napoli: Fabbrica di cioccolato Gay Odin

Gay Odin per i napoletani è un'istituzione, dal 1993 è stato anche dichiarato monumento nazionale. Per la maggior parte dei napoletani, la secolare fabbrica è un ricordo di infanzia, di quando nonni, zii e genitori ci consegnavano tra le mani quel sacchettino bianco con la scritta blu da dove spuntavano golosità di ogni tipo: le ghiande o le noci ripiene di crema gianduia, i bombonati coperti di zucchero bianco, e una volta cresciuti, le scorzette d'arancia ricoperte di cioccolato, gli anellini ripieni di liquore all'anice, i cuneesi al rhum, per non parlare dei mitici tronchetti di cioccolato.

Notizie storiche su Gay Odin 
Nel 1922 nasce a Napoli la prima piccola fabbrica di cioccolato: la storia comincia con Isidoro Odin, confettiere e cioccolatiere piemontese di origine svizzera. Isidoro era arrivato a Napoli ed aveva aperto bottega in Via Chiaia. Qualcosa a mezza strada fra un laboratorio e un negozio di vendita, ma con una fisionomia molto definita e una scelta di cioccolatini così varia, che, in poco tempo, la sosta da Odin diviene un rituale della passeggiata napoletana. L'ambiente è piuttosto piccolo, ma in cambio l'ubicazione è felicissima: all'inizio di via Chiaia, prospiciente Largo Carolina. Nel raggio di pochi metri il top della città: il Gambrinus, il Circolo dell'U nione e l'Artistico, le due basiliche di S. Francesco di Paola e di S. Ferdinando, la Galleria Umberto, la Prefettura, il Palazzo reale, il teatro San Carlo. Isidoro Odin subisce il fascino di tanta storia e progetta una bottega discreta arredata con gusto sobrio e rispettoso riguardo per i vicini monumenti. La bottega piace subito, e il cioccolato ancora di più. Ma costa, e questo fatalmente seleziona il pubblico. Basta però che intorno a mezzogiorno si diffonda da via Chiaia a Piazza S. Ferdinando quell'odore intenso di cioccolato tostato, perché anche il passante meno goloso si ritrovi, come per magia, davanti al bancone delle meraviglie di Odin. Così al primo negozio si aggiungono gli altri due di via Toledo, e poi, nel 1922, la fabbrica. In realtà il termine è improprio, la dimora a cinque piani costruita in via Vetriera (dei quali il terzo riservato ad abitazioni) non ha niente che possa evocare l'immagine di un opificio industriale. In primo luogo, si trova nel cuore della città, a pochi metri dal palazzo del principe d'Avalos.
I motivi del successo sono vari: di sicuro la bontà e la freschezza del prodotto, ma, soprattutto, il rapporto con il cioccolato che i Signori Gay Odin hanno da sempre, la tecnica di produzione è antica, la tostatura avviene molto lentamente e in maniera artigianale. Eccellenti le materie prime utilizzate a cominciare dal cioccolato esclusivamente della varietà criollo, Theobroma Cacao definito anche cacao nobile, ha semi bianchi, molto profumati e poco amari.
La gamma di produzione è vastissima, ai formati tradizionali prodotti tutto l'anno si aggiungono quelli stagionali realizzati appunto per le ricorrenze tipo Pasqua, San Valentino e Natale.

Altre informazioni utili: 

- 10.00 – Ritrovo dei partecipanti (con mezzi propri) presso l’ingresso in vico Vetriera 12 e visita guidata della Fabbrica di cioccolato Gay Odin 
- Partecipanti min/max: 20 / 40 persone

informazioni e prenotazioni:
Punto Touring di Napoli 
Via Cimarosa 38, 80127 – Napoli 
Lun – Ven: 9  / 13 e 15 / 19 
Sab: 9.30 / 13 
tel. 081.19137807

prenotazionitcina@gmail.com
Le prenotazioni sono aperte e scadono automaticamente sette giorni dopo la loro effettuazione, anche telefonica, se non confermate dal versamento della quota.
Quote: 
.€ 11,00 per i soci 
.€ 15,00 per i non soci 
La quota comprende: la visita guidata come da programma, assaggio del cioccolato in lavorazione, assistenza del console, assicurazioni per la responsabilità civile.
I soci e gli amici del Touring Club Italiano regolarmente iscritti alla manifestazione sono coperti da apposita polizza assicurativa per la responsabilità civile.
Il Corpo Consolare si riserva il diritto di accettare o meno la prenotazione. Le quote non sono rimborsabili in caso di disdetta (vedi regolamento).
Manifestazione organizzata per i soci e gli amici del Tci e soggetta al regolamento della Commissione regionale consoli della Campania.
Sono ammessi in via eccezionale i non soci perché possano constatare la qualità e l'interesse delle nostre manifestazioni, e quindi associarsi.

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club