Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • MUSEO DELLE ARMI DI TERNI

MUSEO DELLE ARMI DI TERNI

Note descrittive:
 
Al termine del secondo conflitto mondiale sul territorio nazionale giaceva un tale quantitativo di armi di ogni tipo e specie appartenenti ai vari eserciti belligeranti che il Ministero della Difesa dovette ordinare ai propri Enti di rastrellarle: l'allora Fabbrica d'Armi, oggi Polo di Mantenimento delle Armi Leggere (PMAL), ebbe l'incarico di ricevere tutte le armi della fanteria con il compito di individuarne provenienza, marca, modello e calibro e di effettuare una selezione per tipo e per stato d'uso. 
Un esemplare della campionatura così cernita, completa di scheda tecnica, fu utilizzato per costituire una " Raccolta Tecnica " da aggiornare continuamente con armi provenienti dalle varie fabbriche mondiali, da confische ai privati e da musei in dismissione.
Fu possibile raccogliere e classificare circa 7.000 pezzi che coprono il periodo dal 1870 ai giorni nostri e di cui circa 4.000 completamente restaurati ed esposti in bacheche.
Nel 1986, autorità politiche e culturali della città di Terni espressero a più riprese la volontà di rendere visibile al pubblico la collezione di armi facente parte della Raccolta Tecnica.
Nel 1990 venne deciso il progetto di istituire a Terni un Museo Storico delle Armi della Fanteria.
I locali individuati facevano parte del comprensorio della ex Scuola Allievi Armaioli dello Stabilimento disposti lungo un perimetro rettangolare con al centro un grande piazzale per un totale di 36.000 metri quadrati di cui 21.000 coperti.