Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Montepulciano: dalla "Macchia" al decadentismo

Montepulciano: dalla "Macchia" al decadentismo

 

Il titolo illustra con chiarezza il tema della mostra e il periodo storico cui appartengono le opere presentate nell’allestimento dell’architetto Fabio Fiorini. La mostra ha luogo a Montepulciano, tra i panorami indimenticabili della Toscana più autentica, e prende avvio da dipinti dei più importanti macchiaioli - Abbati, Borrani, Signorini, Lega, Fattori - per giungere a opere novecentesche, toccando i vari generi della pittura: paesaggio, ritratto, vita dei campi, veduta urbana, vita contemporanea. 

 

Al nucleo dei pittori che a Firenze negli anni Sessanta dell’Ottocento elaborarono la ‘macchia’, seguono i protagonisti del Naturalismo toscano e quindi gli artisti più impegnati, sull’onda delle istanze del nuovo secolo, nel rinnovamento dei linguaggi pittorici. La mostra, che presenta capolavori quali L'Arno a Varlungo di Odoardo Borrani, è arricchita da una serie di disegni, alcuni dei quali preparatorî a famosi e importanti dipinti come nel caso di Mercato Vecchio di Telemaco Signorini, o di Sole a Seravezza di Filadelfo Simi, quadro di cui verranno documentate le varie fasi di elaborazione dal primo ‘tocco in penna’ al disegno quadrettato per la trasposizione sulla tela.

 

Della collaborazione di Civita per l’organizzazione e la comunicazione; il catalogo è edito da Marsilio.

 

La mostra è organizzata dalla Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte, in collaborazione con il Rotary Club di Chianciano Terme - Chiusi - Montepulciano, ed è sostenuta dal Comune di Montepulciano, dalla Provincia di Siena, dalla Fondazione Musei Senesi e dalla Pro-Loco di Montepulciano per rinnovare la proposta culturale nelle Terre di Siena

 

BIGLIETTO RIDOTTO PER I SOCI TOURING CLUB

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club