Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Milano: mostra "Manet e la Parigi moderna"

Milano: mostra "Manet e la Parigi moderna"

“Manet è importante per noi quanto Cimabue e Giotto per gli italiani del Rinascimento”, un'affermazione importante di Pierre-Auguste Renoir che spiega bene il ruolo di Edouard Manet nella storia dell'arte. La mostra allestita fino al 2 luglio a Palazzo reale a Milano è l'ideale per capire e scoprire questa figura complessa e affascinante. In vita Manet è ostacolato e la sua arte poco riconosciuta dalle grandi istituzioni museali parigine tanto da vedersi rifiutare molti suoi dipinti. Ciò nonostante i suoi amici e colleghi, nonché in seguito i critici dell'arte, lo riconoscono come iniziatore e il capofila di una nuova forma pittorica, moderna, dalle tecniche audaci, con soggetti nuovi e originali.
 
La mostra intende raccontare questo suo percorso artistico contestualizzandolo in una Parigi in evoluzione e rivoluzione. Quasi tutte le opere esposte arrivano dal Musée d'Orsay di Parigi e sono circa un centinaio tra cui 54 sono i dipinti: 16 di Manet e gli altri opere dei suoi contemporanei, in molti casi anche amici, tra i quali Boldini, Cézanne, Degas, Gauguin, Monet, Renoir, Signac... Non mancano anche 11 tra disegni e acquerelli sempre di Manet (molto curiosi e talvolta persino buffi), e poi ancora maquettes e sculture. L'esposizione indaga la cerchia di amici, la città con le sue mode e i suoi segreti, la natura in un percorso che si snoda al secondo piano del Palazzo reale. Percorso ricco e corposo, in grado di immergere in un mondo passato che continua però a essere d'ispirazione per la sua ricerca artistica e culturale mai completamente conclusa.

Accesso disabili: 

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club