Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Milano, "Gauguin. Racconti dal paradiso"

Milano, "Gauguin. Racconti dal paradiso"

Il Museo delle Culture di Milano ospita la mostra Gauguin. Racconti dal paradiso, circa 70 opere, di cui alcune per la prima volta in Italia, realizzati principalmente durante il soggiorno del pittore a Tahiti o comunque legati a quell’immaginario primitivo che tanto colpì la sua immaginazione artistica.

Una trentina di opere provengono dalla Ny Carlsberg Glyptotek di Copenhagen ospita una delle collezioni più complete al mondo di opere di Paul Gauguin, insieme a importanti quadri di Cézanne, Pissarro e Van Gogh. È la prima volta che una sezione così ampia della raccolta dei lavori di Gauguin viene esposta al di fuori del museo. Tra i capolavori c’è Vahine no te Tiare (Donna con fiore), uno dei primi dipinti che l’artista inviò in Francia da Tahiti nel 1891, come opera ambasciatrice di una nuova arte “made in Polinesia”.

La mostra può contare su altri prestiti eccezionali, per la prima volta in Italia, come l’Autoritratto con Cristo Giallo del Musèe d’Orsay di Parigi che testimonia la fascinazione di Paul Gauguin per l’arte “primitiva” e si mostra come manifesto della sofferenza e della lotta dell’artista per l’affermazione della propria visione artistica e Mahana no atua (Giorno di Dio) dell’Art Institute of Chicago, dipinto a Parigi nell’intervallo tra i soggiorni di Gauguin a Tahiti, che dimostra l’influenza di immagini e ricordi di un mondo primordiale e più autentico.

A questi si aggiungono le 10 zincografie della Volpini Suite, una delle manifestazioni più evidenti della portata artistica di Gauguin e che può essere considerata un manifesto delle sue idee artistiche fondamentali. E’ proprio attraverso il confronto tra alcuni capolavori dell’artista e le sue fonti d’ispirazione che la mostra si prefigge di dimostrare il suo approccio peculiare e originale al “primitivismo”.
Infine, non mancano artefatti polinesiani e immagini di documentazione dei diversi luoghi visitati dall'artista.
 
La mostra è prodotta da 24 ORE Cultura – Gruppo 24 Ore in collaborazione con Ny Carlsberg Glyptotek, promossa dal Comune di Milano-Cultura e da 24 ORE Cultura, e curata da Line Clausen Pedersen e Flemming Friborg, rispettivamente curatrice del Dipartimento di Arte Francese e Direttore della Ny Carlsberg Glyptotek di Copenhagen e realizzata anche grazie al sostegno di M&G Investments.