Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Milano: "Attorno a Caravaggio" alla Pinacoteca di Brera

Milano: "Attorno a Caravaggio" alla Pinacoteca di Brera

 
Prosegue il progetto della Pinacoteca di Brera di far “dialogare” i grande artisti della collezione esposta. Dopo Raffaello e Perugino seguiti da Mantegna e Carracci, è ora in scena il Terzo dialogo tra un capolavoro del museo e altre opere ospiti provenienti da altre istituzioni. Protagonista fino al 5 febbraio 2017 è uno dei quadri più celebri di Brera La cena di Emmaus di Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio. Per l'occasione il quadro è collocato in una posizione più scenografica e ben sette sale sono state riallestite per garantire una visione più affascinante e accattivante. Il dipinto, realizzato nel 1606 durante la sua fuga da Roma in seguito all'omicidio di Ranuccio Tomassoni sintetizza perfettamente l'idea pittorica di Caravaggio tra luci e stesure pittoriche indubbiamente uniche e riconoscibilissime.
 
Vicino a La cena di Emmaus sono allestiti cinque dipinti attribuiti allo stesso Caravaggio, ma senza certezze assolute, anzi, con più di un dibattito ancora in corso tra gli studiosi e i critici. Il “ritrovamento” presunto più recente è quello esposto per la prima volta al pubblico a Brera Giuditta che decapita Oloferne proveniente da una collezione privata e ritrovato nel 2014 in una dimora di Tolosa. L'opera è da alcuni mesi al centro del dibattito sull'attribuzione ed è accostata a un'altra Giuditta attribuita con certezza a Louis Finson ispirata a un'opera caravaggesca della quale si sono perse le tracce già a fine Seicento. Se quella esposta sia o meno un'opera originale del maestro lombardo è tutto da stabilire, di certo anche il pubblico potrà giocare “all'esperto d'arte” e tornare a casa più o meno convinto dell'autenticità dell'opera.
 
Durante la giornata inaugurale del 10 novembre l'ingresso è gratuito dalle 8.30 alle 22.15.

 
Accesso disabili: