Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Milano: 24° Festival di musica contemporanea

Milano: 24° Festival di musica contemporanea

Il 24° Festival di musica contemporanea offre 19 spettacoli e concerti, 4 incontri, una mostra, documentari e video, 7 prime esecuzioni assolute, 4 prime rappresentazioni o esecuzioni in Italia, di cui 3 commissioni di Milano Musica.

Nel programma del primo giorno è concentrata una sintesi delle linee che guidano Milano Musica da quasi venticinque anni: l’indagine delle radici storiche su cui si fonda la ricerca contemporanea, quest’anno rappresentata dalla monografia su Bruno Maderna, e l’apertura ad artisti ed espressioni “in fuga” dai modelli consacrati.

Al successo della ventitreesima edizione dedicata a Fausto Romitelli è legata anche l’apertura alla città, nel coinvolgimento di spazi fra loro differenti in cui modulare le offerte che si diramano dal tema Maderna. Concerti, teatro, danza. Il rapporto consolidato con la Scala matura quest’anno il frutto di un rafforzamento dell’offerta teatrale di Milano Musica, il cui germe è contenuto nel concerto inaugurale diretto da Ingo Metzmacher, dedicato a Luciana Pestalozza e Claudio Abbado: accanto ad Aura e al Concerto per violino e orchestra
di Maderna, la Filarmonica della Scala eseguirà la Passacaglia per orchestra op. 1 di Webern e i Tre pezzi per orchestra op. 6 di Berg. A questo secondo capolavoro, tematicamente connesso a Wozzeck, si legano due recite dell’opera berghiana che la Scala metterà in scena in autunno, nelle serate speciali del 31 ottobre e dell’8 novembre, inserite nel programma del Festival.

Da Maderna prende spunto anche il recital pianistico di Pierre-Laurent Aimard e Tamara Stefanovich, sempre alla Scala, il 2 novembre, dedicato ai novant’anni di Pierre Boulez. Nella dimensione teatrale, o meglio spaziale della musica, rientra l’esecuzione di una nuova versione di Fresco, brano che Luca Francesconi ha composto per cinque formazioni bandistiche, come elaborazione di inni nazionali di diversi paesi, appositamente per Expo: 250 musicisti convergeranno verso l’Ottagono della Galleria da diversi punti della città.
Arricchiscono l’offerta teatrale lo spettacolo di danza Democracy di Maud Le Pladec, su musiche di Julia Wolfe e Francesco Filidei al Teatro dell’Arte, il 6 ottobre, e la produzione internazionale di Giordano Bruno, opera commissionata a Francesco Filidei, che andrà in scena il 7 novembre al Piccolo Teatro Strehler, partner produttivo.

 

INGRESSO RIDOTTO PER I SOCI TOURING CLUB

 

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club