Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • MERCATO DEL GIOCATTOLO ANTICO - CARTA DA COLLEZIONE - della PITTURA, della SCULTURA E PRODUZIONE ARTISTICA E ARTIGIANALE

MERCATO DEL GIOCATTOLO ANTICO - CARTA DA COLLEZIONE - della PITTURA, della SCULTURA E PRODUZIONE ARTISTICA E ARTIGIANALE

Bancarelle di collezionisti di giocattoli “di una volta” e di appassionati di modellini saranno dislocate sotto i portici e lungo le vie più centrale della città, via Vittorio Emanuele nei pressi del Municipio e i portici di Palazzo Mantica per il Mercato del giocattolo antico e del modellismo d’occasione.
Ci saranno espositori con giocattoli antichi, vecchie bambole dai visi di porcellana, vecchi passatempi intagliati nel legno, e altri oggetti usati per il divertimento dai nostri nonni, vari e numerosi articoli ludici. Accanto a questi si potranno inoltre trovare pezzi di modellismo classico ferroviario, automobilistico, navale, di soldatini; per gli appassionati sarà inoltre possibile scambiare esperienze con colleghi del settore e con aziende e mercati speciali rari.
L’appuntamento annuale con il giocattolo e il modellismo usato è diventato ormai un “classico” di tutta l’Italia del Nord tra le non numerose manifestazioni italiane del settore specifico.

 

Accanto a questo ci sarà per il terzo anno il Mercato della Carta da collezione: si potranno trovare (come per il mercato specializzato di luglio) libri, vecchi e usati, fumetti di ogni genere, pubblicazioni diverse, cataloghi, spartiti musicali, raccolte, cartoline, manifesti, pubblicità, stampe antiche e vecchie, insomma ogni genere di materiale cartaceo da collezionismo.

 

Nella stessa giornata di domenica 11 ottobre 2015, sempre nel Centro Storico di Cherasco, infine ci sarà la Mostra-Mercato della Pittura, della Scultura, della Produzione Artistica e Artigianale (14^ edizione). Questo appuntamento, con le opere di pittori, scultori, ceramisti, artisti in generale, è diventato un “unicum” della “Città delle Paci”: si presenta ricco e variegato, non solo pittori e scultori esporranno le loro opere su cavalletti e piedistalli sparsi sotto i portici e ovunque nelle vie Vittorio Emanuele e Cavour, ma ci saranno tantissimi artigiani con le più svariate produzioni artistiche, per esempio ceramiche artigianali, lavori in tessuto, in ferro battuto, in legno, in vetro, con pietre dure, cose di découpage, pitture su vetro, produzioni in feltro, in bambù, con fiori, insegne dipinte a mano, gioielli fai da te di diversi materiali e una miriade di oggetti neanche immaginabili.
Tantissime opere frutto della fantasia, della creatività, dell’ingegno, dell’immaginazione umana: per caratterizzare e distinguere, ancora una volta, Cherasco, meta ambitissima di artisti con il suo storico Palazzo Salmatoris e le altre sedi di mostre.

 

I Mercati si svolgeranno dalle ore 8 alle 18.Solo per domenica il Centro Storico di Cherasco sarà completamente pedonale: capienti parcheggi per auto e pullman si trovano al di fuori dell’Arco di Narzole, nelle due piazze; una grande area camper attrezzata può accogliere fino a 300 roulotte o camper: 7 hotel e oltre una ventina di bed and breakfast sono a disposizione per ospitare chi vuole arrivare un giorno prima o andare via un giorno dopo.

 

Per la ristorazione Cherasco offre, nel suo centro, oltre una decina di ristoranti e osterie, oppure prendendo l’auto altri 20 locali nel territorio; inoltre bar, caffetterie, pasticcerie quel giorno si organizzano con tavolini e sedie all’aperto.
INFO: ufficio turistico “Cherasco Eventi” tel. 0172427050.

 

Mostre

Contemporaneamente ai mercati sopra citati, Cherasco offre la visita ad alcune mostre e rassegne di diverso genere.

 

Palazzo Salmatoris è l’ultimo giorno per visitare la bella mostra di Massimo Ricci dal titolo “I sensi del colore”: è il vincitore del Premio Nazionale “Romano Reviglio” 2014, la sua rassegna ha riaperto le sale dopo il restauro del palazzo delle mostre in questo 2015.

 

La Chiesa di San Gregorio ospita la mostra itinerante “Barolo painting. Dal matitismo alla natura del metallo” aperta fino al 25 ottobre il sabato e la domenica dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 14,30 alle ore 19,30. È una rassegna che promuove l’arte in connubio all’enogastronomia; è costituita da un nucleo di 24 opere di arte contemporanea e dagli oggetti di artigianato artistico enoico di AR Designe Tole ispirati al Barolo ed ai Paesaggi Vitivinicoli di Langa Roero e Monferrato Patrimonio Unesco. Gli artisti partecipanti sono: Noemi Alvisi (Melfi, Pz), AR design (Dogliani, Cn), Andrea Boltro (Trino, Vc), Michele Cara (Cagliari), Elena Clerici (Alagna, Pv), Claudio Costa (Rho, Mi), Roberto De Siena (Cuneo), Pierflavio Gallina (La Morra, Cn), Adriano Nosengo (Vercelli), Carla Ghisolfi (Monforte d’Alba, Cn), Franco Giletta (Saluzzo, Cn), Nerio Griso (Avigliana, To), Ezio Ferraris (Agliano T., At), Gian Carlo Ferraris (Canelli, At), Osvaldo Mascarello (Vanzago, Mi), Aldo Parmigiani (Tradate, Va), Lodovica Paschetta (Moncalieri, To), Gianni Pascoli (Cairo M.te, Sv), Persea (Mondovì, Cn), Filippo Pinsoglio (Asti), Maurizio Rinaudo (Pinerolo, To), Doris Scaggion (Rivalta, To), Antonella Tavella (Verduno, Cn), TOLE by Samia srl (Roddi, Cn), Massimo Tranchina (Mondovì, Cn), Giovanni Vigna (Mondovì, Cn).

 

Al Palaexpo è visitabile la mostra sulle Fiat 500. A quarant’anni esatti dal suo “pensionamento” Ruote d’epoca Cherasco propone una panoramica dei modelli più diffusi, degli allestimenti più particolari, sino alla versione attuale che, rifacendosi al modello originario, sta contribuendo al rilancio del marchio Fiat. Uno spazio della mostra è dedicato al ricordo del preparatore “cheraschese” Piero Lavazza, deceduto lo scorso settembre all’età di 74 anni.  Pilota negli Anni Sessanta, dedicò la sua vita alla preparazione di auto e motori, legando indissolubilmente il proprio nome a quello della Fiat 500. Sarà visitabile fino al 6 settembre con apertura dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19,00 ogni sabato, domenica e festivi.Tutte e tre le mostre sono ad ingresso libero.