Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Mendicino (CS) - I Paesaggi del Cibo, visita Tci a Mendicino e la "Quadara" della tradizione

Mendicino (CS) - I Paesaggi del Cibo, visita Tci a Mendicino e la "Quadara" della tradizione

 
Mendicino, il  ridente paese delle Serre cosentine ci attrae con tre luoghi di interesse storico-culturale particolarmente interessante,  domenica 7 febbraio alle 10.00 puntuali alle Quattro Vie, per la visita guidata, ci illustreranno i luoghi, Luigi Gaudio e Francesco La Carbonara. La prima tappa sarà alla Grotta della Palazze, piccola cavità al cui interno è ospitato un raro affresco di veduta urbana; seguirà al  Palazzo Campagna del Gaudio, dimora nobiliare di fine 700 e infine il Museo storico della Seta (vecchia filanda) .
 
La Grotta delle Palazze di Mendicino,  è una piccola grotta artificiale, sita all'aperto nel piano di S.Michele, all'interno della quale è conservata una veduta di paesaggio urbano in affresco. Si suppone che la veduta ritragga il centro storico di Mendicino in epoca passata, poiché dal pianoro antistante la Grotta la veduta prospettica coincide con quella dell'affresco. Nell'affresco, che è in condizioni precarie per le infiltrazioni atmosferiche, sono raffigurati due grandi castelli sulle estremità e due gruppi di casamenti al centro. Non è stata ancora effettuata l'analisi dei pigmenti dell'affresco, perché è da poco avvenuta la segnalazione alla Sovrintendenza dei beni paesaggistici di Cosenza, e gli studi scientifici non sono ancora cominciati. Sorge nei pressi dell'area archeologica di S.Michele di Mendicino, area vincolata sin dal 1982, dunque in un area a forte presenza di insediamenti antichi. Di certo si tratta di una rarità, poiché non ci sono molti altri affreschi di vedute urbane, siti come questo in una grotta artificiale all'aperto. Nuovi ed ulteriori studi saranno necessari per la datazione e l'analisi storica del dipinto.
 
Il palazzo Campagna  Del Gudio, sito nell'antico quartiere Pilacco, è databile al 1780. Antica dimora nobiliare, si erge in un cortile di ippocastani con un elegante porticato laterale in pietra. Realizzato in blocchi di tufo lavorati a mano dagli scalpellini locali, è stato oggetto di restauro da parte dell' amministarazione comunale è oggi adibito a sede di convegni e manifestazioni culturali.
 
Museo storico Multimediale della Seta, nel piccolo borgo pedemontano di Mendicino è nato un museo di archeologia industriale finalizzato al recupero delle antiche filande, documenti, usi e tradizioni della seticultura domestica, diffusa in tutta la Calabria fino al secolo scorso. Il Museo della seta intende diffondere un patrimonio plurisecolare di pratiche e conoscenze, con l'ambizione di rilanciare un'econonomia cittadina ecocompatibile finalizzata al benessere della comunità.
 
La giornata dedicata al rito del maiale , alle 13.00 continuerà con il pranzo  all'agriturismo "Tutti in famiglia" in contrada Rizzuto (6 km dalla Piazza del Comune), saremo accolti da Mimmo, il padrone di casa  che ha destinato a noi l'ultimo dei cinque maiali allevati quest'anno, aiutato dalla moglie e dalla figlia proporrà la "Quadara". secondo l'usanza di Mendicino, con tutte le portate della festa che segue la macellazione del suino nero. Tutto rigorosamnte fatto in casa, anche il vino, leggero e beverino.
L'Agriturismo ha una sola sala con 35 posti, non è possibile andare oltre, prezzo speciale per noi  20 Euro a testa.