Scopri il mondo Touring

Marina di Ostuni

 

L’itinerario si snoda nello straordinario paesaggio della marina di Ostuni, la vasta distesa olivetata che dalle pendici della scarpata murgiana giunge a lambire la linea di costa per una lunghezza di circa 17 chilometri. Le monumentali piante di olivo e le imponenti masserie tipiche della zona non costituiscono i soli punti di interesse. Significative testimonianze storiche e naturalistiche completano questo suggestivo paesaggio fiore all’occhiello della città bianca.
Le principali fasi della coltivazione e della produzione olearia saranno illustrate durante la visita delle masserie Brancati e Le Taverne, entrambe dotate di trappeti,antichissimi impianti ipogei di molitura.
Masseria Brancati risalente alla fine del XVI secolo, ha ottenuto il marchio "Turismo Sostenibile" poichè ha prodotto requisiti di qualità e di sostenibilità ambientale certificato dal sistema dei Parchi e delle Riserve Naturali della provincia di Brindisi. Il marchio del Parco diventa espressione di un territorio di pregio ambientale garantendo all'ospite il soggiorno in una struttura attenta al rispetto e alla tutela del territorio.
Equidistante dal mare e dal paese, da quì è possibile raggiungere, in pochissimi minuti, sia le coste rocciose e spiagge libere (Bandiera Blu d' Europa 2010), sia la "Città Bianca" col suo incantevole borgo antico
Ancora più remota nel tempo l’origine della masseria Le Taverne, luogo di sosta e di ristoro in prossimità della via Traiana, l’importante arteria romana che metteva in comunicazione Roma con Brindisi e con la Grecia. Trasformata nel corso del XVI secolo in fiorente azienda agricola, l’antica funzione di accoglienza è stata reintrodotta nell’attuale riconversione dell’edificio in struttura agrituristica, attraverso una sapiente e rispettosa ristrutturazione dei vari corpi di fabbrica.
Dopo la pausa pranzo, con menù a base di pesce proposto dal Ristorante Le Taverne da Maurizio a Rosa Marina, nel pomeriggio visiteremo la zona umida del Fiume Morelli, sito di pregio del Parco Regionale delle Dune Costiere. Istituito nell’ottobre del 2006, il Parco che abbraccia i terreni costieri posti al confine tra i comuni di Fasano e di Ostuni, occupa una superficie di 935 ettari. Presenta habitat ambientali di elevato interesse naturalistico e paesaggistico che culminano nella zona umida del Fiume grande, del Fiume Piccolo e del Fiume Morello, luogo di sosta per avifauna acquatica in transito.