Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Lungo la Riviera del Brenta: Villa Alessandri a Mira e Villa Foscarini-Rossi a Stra

Lungo la Riviera del Brenta: Villa Alessandri a Mira e Villa Foscarini-Rossi a Stra

Le iniziative del Corpo Consolare di Venezia

Visita guidata TCI n. 06/17

 

VILLA ALESSANDRI, VILLA FOSCARINI

LUNGO LA RIVIERA DEL BRENTA

sabato 08 aprile 2017

 

(Scheda a cura del Console TCI di Venezia: Donatella Perruccio Chiari)

 

“Barchessa di Villa Alessandri”

 

La seicentesca foresteria Alessandri sorge sulla riva sinistra del Brenta, a Mira, accanto alla villa omonima. È un edificio a forma di L, il cui lato breve conserva ancora le tracce originali e una serie di importanti affreschi del pittore Antonio Pellegrini (Venezia 1675-1741) in tre ambienti del piano nobile, commissionati da Cesare Alessandri nel 1704.

Il più rappresentativo è il saloncino dove, fra porte e finestre, cornici in finto stucco e oro zecchino inquadrano affreschi mitologici ispirati alle Metamorfosi di Ovidio: Danae, Europa, Venere, Dafne tutte le figure sono evocate con pennellate larghe e luminose, che giocano sui contrasti di bianchi lattei, di rosa, di giallo e di azzurro. Secondo gli studiosi R. Pallucchini ed E. Bassi, queste rappresentazioni anticipano il linguaggio pittorico settecentesco e sono importanti per lo sviluppo dei cicli tiepoleschi.

Le altre stanze sono affrescate con scene di amore fra Antonio e Cleopatra e di Annibale che giura odio ai Romani.

 

Padova ha onorato l'artista con una mostra al Palazzo della Ragione (settembre '98 - gennaio '99) definendolo "Il Maestro veneto del Rococò alle corti d'Europa"; in quest'occasione è stata evidenziata l'importante testimonianza di foresteria Alessandri, una delle tre opere ad affresco di Antonio Pellegrini in Italia e quella che maggiormente rispecchia il suo rinnovamento stilistico.

(Per la visita, saremo gentilmente ospitati dalla proprietà).

 

“Villa Foscarini Rossi”

 

A Stra, non lontano da Venezia e Padova, lungo la Riviera del Brenta, nei pressi di Villa Pisani, sorge il complesso architettonico seicentesco Villa Foscarini-Rossi.

Sulle rive del Brenta, le nobili famiglie veneziane costruirono dimore importanti per la villeggiatura, specchio della loro ricchezza e potenza. Secondo il costume aristocratico, i Foscarini chiamarono illustri architetti, come Vincenzo Scamozzi, Francesco Contini, Giuseppe Jappelli, pittori e decoratori, come Pietro Liberi e Domenico de Bruni, affidando loro il compito di creare e decorare una residenza che esprimesse l'importanza del casato, soprattutto da quando la famiglia aveva dato alla Serenissima un Capitano da Mar e un Doge.

Dopo un accurato restauro, che ha valorizzato le purissime linee architettoniche e gli importanti affreschi, l'intero complesso - Villa e Foresteria è stato aperto al pubblico, con l'intento di renderlo vivo cosi come era stato pensato e voluto dai nobili Foscarini; i saloni della Villa sono diventati sede museale, quelli della Foresteria ospitano convegni, meeting, ricevimenti, concerti, esposizioni.

 

Profilo del prof. Ruggero Rugolo

  • Consegue la laurea in lettere e il dottorato in Storia dell’Arte presso l’Università di Ca’ Foscari e ottiene una borsa di studio post-dottorato presso l’Università di Padova.
  • Dal 1995 al 2000 collabora come docente ai corsi di storia dell’Arte e di Musicologia presso l’Università di Ca’ Foscari. Dal 1995 al 2002 fa parte della redazione della monumentale opera Storia di Venezia, dalle origini alla caduta della Serenissima  edita da Treccani  ma voluta dalla Fondazione Cini. Dal 1999 al 2003 collabora al corso di Storia dell’Architettura presso l’Università di Padova, dal 2002 al 2004 è docente a contratto di Teoria e Storia della produzione e della committente artistica, sotto la direzione del prof. Augusto Gentili presso la facoltà di Lettere di Ca’ Foscari. Dal 2003 a oggi fa parte della redazione editoriale dell’Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti di Venezia. Dal 2005 al 2012 è docente a contratto di Storia dell’Arte moderna presso Ca’ Foscari e presso l’Università di Padova.
  • Argomenti principali di studio delle sue ricerche sono molti artisti del manierismo veneziano e veneto per poi spostarsi in questi ultimi anni verso autori del tardo seicento e di tutto il settecento, spaziando dalla pittura alla scultura e agli stucchi.
  • E’ autore di molti articoli e saggi e di una serie di monografie sul ‘700 veneziano scritte insieme al prof. Massimo Favilla. Gli ultimissimi interessi dei due autori si sono soffermati sull’arte dello stucco e sui suoi  protagonisti.

 

Profilo del prof. Massimo Favilla

  • Si è laureato  nel 1991/2 in Pianificazione Territoriale e Urbanistica  presso la facoltà di Architettura di Venezia con il massimo dei voti, ha quindi conseguito il dottorato. Dal 1994 al 2009 ha insegnato presso la stessa Università. Da molti anni  è cultore della materia per il corso di Storia della critica d’arte presso Ca’ Foscari. Attualmente insegna Storia dell’Architettura presso l’Università degli Studi di Padova. E’ autore di vari saggi ed articoli ed anche di numerose pubblicazioni insieme a Ruggero Rugolo che riguardano l’arte veneta del sei-settecento. Al Tiepolo hanno dedicato vari studi, in particolare, di ultima uscita, il saggio su Ca’Corner di San Polo e il ciclo del Tiepolo ritrovato.

 

L’ultimo lavoro dei due studiosi è incentrato sulla storia dello stucco e degli artisti stuccatori ticinesi.

Alcuni titoli: Venezia ‘700; La Bibbia dei Pittori; Venezia dal Barocco al Rococò.

 

Altre informazioni utili: 

Console TCI accompagnatore:

  • Donatella Perruccio Chiari
  • tel. 348 2660404

 

Visita condotta da:

  • prof. Ruggero Rugolo
  • prof. Massimo Favilla

 

Prenotazioni solo telefoniche:

  • Consoli TCI Venezia
  • tel. 327 5575292
  • lun-ven: 9,30-12,30; 15,30-17,30

 

Email : consolivenezia@gmail.com

 

Tempi di prenotazione: non  prima di tre settimane dallo evento (fino esaurimento posti).

 

Quota individuale di partecipazione:

  • Soci :           € 22,00
  • Non soci :    € 26,00
  • La quota non è comprensiva  del biglietto di ingresso al Museo Rossimoda (intero € 7,00, ridotto € 5,00).
  • La radioguida si paga in loco (€ 2,50).

 

Informazioni  utili:

  • luogo : Barchessa di Villa Alessandri a Mira
  • ora   dell’evento: 0re 10,00
  • durata  della visita: la visita si svolge nella intera giornata.

 

rivolto  a: soci  e  non soci

 

n° max partecipanti:  30

 

pranzo: previsto in Villa Ducale, menù e prezzo concordato € 27,00.

 

ora/luogo del ritrovo:

  • ore 09,45 davanti l’ingresso della Barchessa di Villa Alessandri, via Nazionale 64 MIRA.

 

accesso ai disabili:  si

 

recapito   tel. x emerg.:  fino  al  giorno prima dell’evento 327 5575292, poi 348 2660404

 

Accesso disabili: 

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club