Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Lucca: Cinquecentenario delle mura

Lucca: Cinquecentenario delle mura

A Lucca, attorno alla perfetta piazza del mercato, con le case medievali che delineano il circuito dell’anfiteatro romano come un ombelico al centro del tessuto viario ortogonale, un altro perimetro racchiude e delinea la città cinquecentesca. Sono le possenti mura di mattoni, con bastioni, casematte, porte, baluardi e fossati, che da mezzo millennio cingono il centro storico, fulcro di un festeggiamento lungo un anno che comprende lavori di restauro e una cinquantina di eventi.

Un’operazione ambiziosa anche se non quanto la costruzione delle mura stesse, iniziate nel 1513 in previsione di un attacco fiorentino, che impose il taglio di boschi e la demolizione di interi borghi e si protrasse per oltre un secolo. Non furono mai minacciate, proprio per l’aspetto inespugnabile, ma la sicurezza che garantirono consentì a Lucca secoli di libertà e prosperità.

 

Accanto agli interventi di recupero degli elementi edilizi, un programma di attività. A partire dall’incontro di apertura, il 4 ottobre, in cui Umberto Eco e Philippe Daverio dialogano sul contributo dei simboli all’identità di un popolo e sul rapporto fra arte e religione, seguito dalla Notte bianca delle Mura, il 5, con la Nuova compagnia di canto popolare.

Evento clou, nel maggio del 2014, l’inaugurazione di un’opera corale, 500 artisti per 500 mattoni per 500 anni, curata da Mauro Lovi. Costituita da singoli elementi in diversi materiali donati dagli autori alla città, comporranno un’installazione di sette metri di diametro: per riflettere sulla trasformazione delle mura, da elemento di guerra e di chiusura a luogo pacifico e di osservazione sul dentro e il fuori della città. Chiusura delle manifestazioni, nell’ottobre del 2014, con un convegno internazionale sulle città murate europee ed extraeuropee.

 

Elena Del Savio