Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Lodi, Festival della fotografia etica

Lodi, Festival della fotografia etica



Ritorna a Lodi il Festival della Fotografia Etica, giunto alla VII edizione. Nato nel 2010 da un'idea del Gruppo Fotografico Progetto Immagine, il festival intende approfondire contenuti di grande rilevanza etica attraverso un ricco programma di mostre di fotoreporter di livello internazionale e l’organizzazione di dibattiti, incontri, workshop, letture portfolio, videoproiezioni e numerosi altri eventi tesi a indagare la relazione che intercorre tra etica, comunicazione e fotografia.



LE NOVITA' 2016
L'evento, previsto nei quattro weekend compresi tra l’8 e il 30 ottobre 2016, propone la consueta formula e alcune novità importanti, sempre con l'obiettivo di creare un circuito virtuoso in grado di permettere alla fotografia di arrivare al pubblico e parlare alle coscienze. Sottotitolo dell’edizione 2016 è infatti «quando la fotografia parla alle coscienze».
 
Fiore all’occhiello dell’edizione è lo Spazio Tematico: Le vite degli altri, che quest’anno contempla quattro esposizioni di stampo antropologico, realizzate da altrettanti fotografi, finalizzate ad alzare il sipario sulla quotidianità e le tradizioni di quelle popolazioni che vivono ai confini estremi del mondo, dal punto di vista sia geografico sia culturale. Le mostre contemplate all’interno di questo Spazio sono Pine Ridge di Aaron Huey, Suburbia di Arnau Bach, Days of Nights, Nights of Days di Elena Chernyshova e The Ku Klux Klan di Peter Van Agtmael.
 
Ad affiancare il primo spazio, ecco lo Spazio Approfondimento: Il male del secolo, con la toccante storia narrata dalla mostra A Life in Death di Nancy Borowick, e lo Spazio ONG, che accoglie tre mostre che proporranno altrettanti lavori commissionati rispettivamente da Unicef Libano, Survival Italia e Greenpeace Germania ai fotoreporter Laura Aggio Caldon (Factory Boy), Claudia Andujar (Custodi della Foresta) e Dmitrij Leltschuk (To The Last Drop).

 
A queste tre corpose sezioni si aggiungono, inoltre, sia il percorso espositivo proposto dalla sezione Uno sguardo sul mondo, che quest’anno include le mostre Revogo di André Liohn, Political Theatre di Mark Peterson, Where the children sleep di Magnus Wennman e Heavens di Paolo Woods e Gabriele Galimberti, sia lo Spazio World.Report Award. In via del tutto eccezionale, quest’anno fanno parte di quest’ultimo Spazio non solo i quattro lavori selezionati nell’ambito del World. Report Award | Documenting Humanity 2016, ma anche i due lavori premiati nell’ambito dell’ultima edizione del Premio Voglino, istituito dal Frame Foto Festival di Salsomaggiore, ovvero Pobeda di Karim El Maktafi e Ainu Nenoan Ainu di Laura Liverani.

LE SEDI
Le mostre saranno allestite come sempre nelle sedi più prestigiose del centro storico di Lodi, mentre le serate e i dibattiti saranno ospitati presso la Biblioteca Comunale della città. In programma anche incontri, workshop, letture portfolio, presentazioni di libri e le visite guidate contemplate dalla sezione Educational riservata alle scuole.

LE VISITE 
Per accedere alle esposizioni, assistere ai dibattiti e partecipare agli incontri e a tutti gli altri eventi in programma, basta acquistare il Braccialetto Arancione della Fotografia, una "all inclusive della cultura" con validità di un mese.

Da non mancare, poi, le visite guidate: il Gruppo Fotografico Progetto Immagine organizza ogni weekend due appuntamenti diversi, a orari diversi, con i fotografi coinvolti dalle mostre in programma e/o con chi le ha commissionate. Alcune visite guidate sono condotte dagli autori stessi, altre dagli autori e da uno o più rappresentanti della committenza, altre ancora solo dalla committenza o dagli organizzatori del Festival. 

LE MOSTRE IN TUTTA ITALIA E IL CIRCUITO OFF
Quest’anno il Festival intende oltrepassare i confini della cittadina lombarda e diventare vero e proprio motore di cultura diffusa e capillare. Attraverso l’iniziativa Travelling Festival, infatti, il Festival della Fotografia Etica porterà le proprie mostre anche in altre città d’Italia, come Milano, Voghera, Perugia e Bergamo.

Ma anche a Lodi l'evento non si esaurisce nelle mostre. A partire dal primo ottobre 2016 torna in città il Circuito OFF del Festival della Fotografia Etica, un’iniziativa che per oltre un mese anima il centro e la prima perifieria della città con una serie di mostre fotografiche, afferenti a ogni genere e tematica, realizzate da fotografi noti e meno noti di ogni età e provenienza. Sono oltre trenta i fotografi coinvolti e altrettanti i lavori che, fino al 9 novembre 2016, arricchiscono spazi espositivi, locali, bar, gallerie, negozi e centri di aggregazione del centro e della prima perifieria della città, avvicinando visitatori e cittadinanza al linguaggio promosso dal Festival.
 

ORGANIZZATORI E PARTNER
Il Festival della Fotografia Etica è un evento organizzato dal Gruppo Fotografico Progetto Immagine con il contributo del Comune di Lodi. Patrocinata dalla Provincia di Lodi e dall’ANCI Lombardia, la manifestazione gode del sostegno di numerosi sponsor e media partner, tra cui Il Cittadino, FPmag, WU magazine, EyesOpen!, The Mammoth Reflex, Sprea Editori e Radio Lodi.
 
Il Festival rientra, per il terzo anno consecutivo, nel più ampio progetto sostenuto dalla Fondazione Cariplo Lodi ruota della cultura la cui finalità è rendere la città di Lodi un luogo di cultura permanente. L’iniziativa, nata dalla volontà di Laura Pietrantoni, è stata adottata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Lodi.