Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • L'ipotenusa di Antonaci

L'ipotenusa di Antonaci

D'idee ne circolano, a Reggio Emilia. Fino al 31 luglio l’ex stabilimento della casa di moda Max Mara, oggi sede della Collezione d’arte contemporanea Maramotti, dal nome dei fondatori della maison, reggiani, ospita la mostra-progetto Ipotenusa di Massimo Antonaci, artista italiano trasferitosi a New York negli anni Novanta. Tre le sezioni: i lavori passati in catrame degli anni Ottanta; le polaroid realizzate durante il suo pellegrinaggio a Santiago di Compostela; i quattro trittici su papiro segnati da interventi con colore a olio.

Oltre alla mostra, vi sono altri motivi di interesse nell’ex stabilimento: la collezione permanente Maramotti, con oltre 200 opere d’arte contemporanea – Fontana, Manzoni, Burri, Cucchi, Chia, Clemente, Paladino, Pistoletto, Basquiat, Richter, Viola – e l’archivio, che conserva testi, foto e documenti che testimoniano l’operato degli artisti presenti in collezione.

Marta Calcagno Baldini