Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Legnano: L'armonia della forma. Angelo Bozza e il movimento arte concreta (1948-1958)

Legnano: L'armonia della forma. Angelo Bozza e il movimento arte concreta (1948-1958)

Con l'Armonia della forma inizia la collaborazione fra i comuni di Legnano, Gallarate e il museo MA*GA nell'elaborazione di un programma culturale, educativo ed espositivo per Palazzo Leone da Perego. L'intento è quello di creare un polo per le arti contemporanee dell'area metropolitana e dell'alto milanese, capace di potenziare e razionalizzare l'offerta culturale territoriale esistente.
 
La programmazione, che focalizzerà l'attenzione sull'arte di grandi maestri dell'area lombarda di valenza internazionale, sui giovani e sulle istanze più contemporanee e attuali dell'arte, ha il suo inizio proprio con la mostra 'l'Armonia della forma. Angelo Bozzola e il Movimento Arte Concreta (1948-1958)", in programma dal 28 Novembre 2015 al 21 Febbraio 2016.
L'esposizione presenta 75 opere, tra dipinti, sculture, grafiche e oggetti di design, di Angelo Bozzola e degli artisti del MAC presenti nelle collezioni del MA*GA, del calibro di Bruno Munari, Gianni Monnet, Gillo Dorfles, Atanasio Soldati, Augusto Garau.

Sono i lavori di questi maestri che danno il via al percorso espositivo allestito all'interno di Palazzo Leone da Perego, ricostruendo lo sviluppo delle ricerche del movimento che aveva come scopo principale lo sviluppo di un'arte non figurativa, opposta sia alla pratica dell'informale che al realismo degli artisti impegnati politicamente.
l MAC sin dalla sua formazione si presentò come un gruppo predisposto ad un'apertura a fronti differenti, ricco di stimoli per chiunque si avvicinasse alla sua linea astratta. In questo clima, Bozzola si unì al gruppo e vi rimase all'interno fino al 1958, data del suo scioglimento.
 
L'attenzione della mostra si concentra sull'operato di Bozzola e sullo sviluppo di un concetto formale espresso dall'artista, che si contraddistingue all'interno del MAC attraverso la creazione di una "forma-modulo" in bilico fra pittura e scultura, con strutture primarie che si aprono come ventagli, si moltiplicano, sìincastonano fra loro, per edificare forme sempre più articolate. 
Gli artisti del MAC portano avanti durante tutto il corso degli anni Cinquanta la ricerca della sintesi, di valori plastici, grafici e cromatici capaci di sganciarsi da qualsiasi nesso figurativo e contenuto narrativo, affascinati dal desiderio di raggiungere una misura e una bellezza assolute. Da qui riprende il dialogo di Bozzola con i compagni del MAC, che porterà a un risultato fatto di geometrie incontaminate che hanno come scopo fondante un ideale condiviso di forma astratta.
 
Il percorso si conclude con una sezione dedicata al design e alla produzione di elementi di arredo. 
Altre informazioni utili: 

Ingresso gratuito
 Domenica 29 novembre, 13 dicembre, 24 dicembre, 17 gennaio, 14 febbraio
Visite guidate gratuite alla mostra ore 16.00
Laboratorio per le famiglie dalle 15.30 alle 17.30 su prenotazione
 
Visite guidate per gruppi e scuole su prenotazione: tel. 0331706011/51/52