Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Leggieri d'inverno

Leggieri d'inverno

Si avvia alla conclusione la rassegna nata dalla Compagnia Giardino Chiuso con lo scopo di creare un grande progetto sul teatro e la danza in Valdelsa, al fine di accrescere l’interesse culturale e turistico per la zona. L'appuntamento è al Teatro dei Leggieri fino al 13 aprile.

LA PRESENTAZIONE DELL’EVENTO. La dodicesima edizione di “Leggieri d’Inverno” quest’anno presenta alcune novità che arricchiranno il nutrito programma del nostro piccolo ma importante Teatro dei Leggieri. La novità più rilevante è che la Compagnia Giardino Chiuso ha ottenuto dalla Regione Toscana il riconoscimento come Residenza Artistica in Toscana per il triennio 2013-2015, unica realtà riconosciuta in tutta provincia di Siena. Siamo orgogliosi e felici per un prestigioso risultato che premia innanzitutto il lavoro che da 15 anni abbiamo svolto nel territorio valdelsano, e ci tranquillizza sulla bontà delle scelte che abbiamo effettuato in tutti questi anni. Un ringraziamento doveroso è per l’Assessore alla Cultura Erika Baldini che ci ha accompagnato in questi ultimi cinque anni in un cammino periglioso ma emozionante e che, come già sottolineato, ha portato buoni frutti per la nostra cittadina. Proprio quest’estate ha preso vita, in collaborazione con l’Associazione de’ Cortesi, l’ultima creazione della compagnia Giardino Chiuso: Orizzonti Verticali. Un progetto ambizioso e difficoltoso che ha riscosso grande successo e che sarà ripetuto nelle prossime estati a San Gimignano. Un progetto articolato, che non si conclude solo nel periodo estivo ma che prosegue durante tutto l’anno. Uno dei punti cardine di Orizzonti Verticali è quello del ritorno alle produzioni e co-produzioni cercando di integrare tutti i progetti che sono attivi sul territorio. Un primo esempio lo abbiamo nella XII edizione de “Leggieri d’Inverno” dove sono ospitate due produzioni targate OV: Il Supermaschio con Fulvio Cauteruccio e la residenza creativa di Francesca Foscarini/Sara Wiktorowicz. L’intenzione del nostro gruppo di lavoro sarà quindi quello di costruire un grande e unico progetto sul teatro e la danza in valdelsa, per valorizzare il settore artistico che può e deve essere un volano per innescare maggior interesse culturale e turistico, concreto e funzionante. Da quest’anno quindi Leggieri d’Inverno si interesca indissolubilmente con Orizzonti Verticali sperando di allargare collaborazioni con altre realtà e altri operatori della cultura. La stagione di quest’anno avrà come sempre un’offerta di linguaggi teatrali mutevole, per arricchirci di nuove sensazioni e di nuove emozioni. Ospite illustre sarà Luigi lo Cascio con i “suoi” poeti siciliani e uno spettacolo commovente della brava Marta Cuscunà. Sarà presente la danza con Bordeline e il teatro danza di Giovanni Cilluffo. Una particolare attenzione alle storie di donne con lo spettacolo di Norma Martelli, la nuova drammaturgia con Gianfranco Berardi, la tradizione teatrale con la commedia dell’arte del Teatro Agricolo e, immancabili, i Comici Ritrovati. Come sempre la costellazione de Leggieri d’Inverno prevede incontri letterari, spettacoli per bambini e per la prima volta le “Racconti d’Inverno” dove vedremo come unici protagonisti proprio i bambini. Un teatro per tutti e soprattutto un teatro partecipato.
(Compagnia Giardino Chiuso)