Scopri il mondo Touring

LEDRO LAND ART

La Land Art, conosciuta in Italia coma ‘arte del territorio’, nasce negli anni ’70 negli USA come esperienza creativa nell’ambito dell’arte concettuale, ovvero un’arte fondata non più sul piacere estetico, ma sul pensiero. Il termine di Land Art fu coniato in California da Gerry Schum nel 1969 e conquistò da subito numerosi adepti, in particolare nei paesi anglosassoni.
Le opere di Land Art vengono realizzate tramite interventi sul paesaggio naturale, ovvero senza compiere alterazioni permanenti dello stesso, per questo motivo le stesse non sono in alcun modo protette, ma semplicemente poste nel paesaggio in modo che la natura, facendo il suo corso, poco per volta le ‘degradi’.
L’Amministrazione comunale intende procedere alla creazione di un percorso botanico-artistico attraverso la realizzazione di opere di Land Art sul sentiero che porta a Malga Cita, considerandola un’ottima possibilità per la valorizzazione del territorio e soprattutto del paesaggio, per la sensibilizzazione del rispetto della natura, per la promozione turistica della Val di Ledro nonché per la crescita culturale della comunità locale.
Il proposito più ampio è quello di riuscire a creare un itinerario interdisciplinare, tra archeologia, arte, materiali naturali, ambiente, sentieristica e vita in malga che dal Museo delle Palafitte conduca a Tremalzo, luogo naturalistico per eccellenza, passando per il vecchio sentiero che conduce a Pur ed il sentiero che conduce dapprima a Malga Cita, quindi a Malga Giù e Bocca Casèt. Il Percorso di Land Art, situato nella parte più interna della Val di Pur, potrà essere quindi un importante raccordo ‘culturale’ tra il fondo valle e la montagna e potrà ben inserirsi nel progetto dell’Amministrazione comunale di costruire una rete museale locale che permetta una gestione coordinata, competitiva ed attrattiva delle potenzialità culturali ed ambientali del territorio ledrense.
Le opere realizzate dagli artisti che saranno presenti lungo il percorso saranno solo il primo passaggio di uno sviluppo che porterà ad attivare collaborazioni nazionali e internazionali in modo da poter creare una rete di artisti e di addetti ai lavori che diriga il proprio interesse sul nuovo parco di Land Art. Il percorso verrà promosso e valorizzato attraverso la realizzazione di un sito web contenente una mappa interattiva delle opere realizzate ed ognuna di esse avrà una pagina dedicata con tutta la documentazione: testi, gallerie di foto compreso anche un video con la documentazione delle varie fasi del work in progress dell’opere ed una breve intervista all’artista mentre lavora.
I lavori sono già inziati lungo il sentiero che porta a Malga Cita...