Scopri il mondo Touring

La madre

Mimmo Borrelli dirige una propria opera, una Medea contemporanea ambientata in un antro/utero materno nel quale si snoda un racconto dalle tinte forti.

 

Un incavo che inghiotte i personaggi in una melmosa fanghiglia fatta di escrescenze, vegetazione marcia e letame ammuffito.

 

Il palco si trasforma in un luogo della memoria, dove attori sacerdoti diventano prigionieri ed interpreti di anime in pena.

Accesso disabili: