Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Giornata Bandiere Arancioni a San Leo

Giornata Bandiere Arancioni a San Leo

Giornata Bandiere Arancioni 2016 - "Camminate tra arte e natura"

 

PROGRAMMA

 

Ore 10.30 Visita alla Chiesa di S. Antonio abate (Loc. Montemaggio)
La chiesa di S. Antonio abate, è ad unica navata, ha ampia abside rettangolare ed una cappella laterale dedicata al Santissimo Crocefisso. L’ingresso è preceduto da un nartece sorretto da sette colonne di riutilizzo, provenienti dal chiostro inferiore del vicino convento. Entrando, il sacro luogo mostra immediatamente tutta la sua barocca sfarzosità con ricchi fregi, eleganti cornici, lucenti dorature e pregevoli pitture , oggi momentaneamente custodite nel Museo d’Arte Sacra di San Leo.
 

Ore 14.30 Visita alla Chiesa Conventuale di  Sant’Igne
A San Francesco d’Assisi è attribuita la fondazione del Convento di Sant’Igne, risalente al XIII secolo. La piccola Chiesa ad aula unica conserva un segmento del tronco dell’olmo sotto il quale Francesco predicò a San Leo l’8 Maggio 1213.
 

A seguire, Escursione a piedi con arrivo nel Centro Storico di San Leo (Km 2 circa)
 

Ore 15.30 Ufficio Turistico I.A.T. – Accoglienza partecipanti e ritiro “sacchetto della qualità” e prosecuzione visite guidate:
 

Oratorio di San Francesco (Palazzo Nardini)
Secondo la tradizione, in una sala al secondo piano del Palazzo Nardini, l'8 Maggio 1213, avvenne lo storico incontro tra Francesco d'Assisi ed il Conte Orlando Cattani da Chiusi e la donazione del Monte della Verna. La stanza, con soffitto a cassettoni lignei, è adibita oggi a cappella, sull'altare una tela del pittore pesarese Ciro Pavisa illustra il Miracolo delle stimmate.
 

Pieve e Duomo
La Pieve è dedicata a Santa Maria Assunta ed è il più antico monumento religioso del Montefeltro. presenta una pianta basilicale a tre navate con cripta e presbiterio rialzato su cui si innalza il ciborio del IX secolo Il Duomo, dedicato al Santo Patrono Leone, è il frutto di maestranze romanico-lombarde che ricostruiscono e datano l’edificio nel 1173.
 

Fortezza
Il possente apparato difensivo di San Leo, ideato da Francesco di Giorgio Martini, sembra essere un prolungamento del masso che lo sostiene: è difficile distinguere fra l’opera della natura e quella dell’uomo, capace di potenziare i vantaggi del sito. Con lo Stato Pontificio divenne aspro carcere nelle cui celle finì i propri giorni il Conte di Cagliostro. Anche dopo l’Unità d’Italia, la Fortezza continuò ad assolvere la sua funzione di carcere, fino al 1906. Oggi al suo interno sono visibili mostre di armi, armature, la vita militare del medioevo, l’alchimista Cagliostro, le celle dei famosi reclusi e le oscure fortificazioni.


Ingressi e visite guidate gratuiti con prenotazione obbligatoria entro il 7 Ottobre 2016: Ufficio Turistico IAT 0541-926967 - info@sanleo2000.it
N.B. Il programma potrebbe subire variazioni.