Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Giornata Bandiere arancioni 2015 a Lama dei Peligni

Giornata Bandiere arancioni 2015 a Lama dei Peligni

Accoglienza da parte del Comune, delle associazioni e della Cooperativa Majella dei partecipanti P.zza Umberto I Lama dei Peligni. 

Visita al centro storico del paese, passeggiata per raggiungere il Centro Visita del Parco Nazionale della Majella: Museo Naturalistico-Archeologico “M. Locati”; Giardino Botanico “M. Tenore”; Area Faunistica del Camoscio d’Abruzzo. Visita guidata al Museo Naturalistico-Archeologico “M. Locati”, Giardino Botanico.

Breve escursione per raggiungere l’Area Faunistica del Camoscio d’Abruzzo dove sarà possibile avvistare a breve distanza qualche esemplare di questa specie. Laboratori creativi per bambini e famiglie, degustazione prodotti tipici.

 

Inizio degustazione ore 9.00, durata 1 ora

Degustazione sfogliatelle di Lama dei Peligni, prodotto tipico del paese.

 

Inizio visita guidata ore 10.00, durata 1 ora.

Visita al Centro storico del paese:

Chiesa Parrocchiale di Santi Nicola e Clemente: la basilica rinascimentale, caratterizzata da uno splendido rosone conserva al suo interno importanti beni artistici, quali una statua di cera di Gesù Bambino proveniente dalla Terra Santa, custodita in un’urna d’argento.

In piazza Umberto I, borgo più antico del paese, si trova il maestoso Palazzo appartenente alla nobile famiglia dei Carosi-Tabassi. 

Una delle più antiche tracce di quella che fu la storia di Lama è rappresentata dal Palazzo Verlengia. L’edificio risalente all’Ottocento era dimora dell’illustre famiglia dell’ingegnere Giuseppe Verlengia, il cui figlio, Francesco, ancora oggi è ricordato poiché ideatore della Rivista Abruzzese e direttore della biblioteca De Meis a Chieti.  Lo stabile fu donato nel 2003 dalla famiglia alla Curia Arcivescovile di Chieti e restaurato nel 2004. 

Museo speleologico Info – Point Grotte del Cavallone, località La Ripa.

Fonte Cannella I lavatoi pubblici, siti alle estremità del paese, realizzati in pietra bianca della Majella, erano utilizzati quotidianamente dalle donne in epoca passata, che accompagnando le loro faccende con allegri canti popolari, le rendevano meta di lieta aggregazione .

Passeggiata per raggiungere il Centro Visita del Parco Nazionale della Majella: Museo Naturalistico-Archeologico “M. Locati”; Giardino Botanico “M. Tenore”; Area Faunistica del Camoscio d’Abruzzo.

Inizio visita guidata ore 11.00, durata 2 ore.

Visita guidata Museo Naturalistico-Archeologico “M. Locati”

- Nella Sezione Naturalistica verranno illustrate le caratteristiche geomorfologiche della Majella  e le presenze floristiche del territorio; particolare attenzione sarà rivolta all’operazione di reintroduzione del Camoscio d’Abruzzo sulla Majella e alle caratteristiche di questo animale.

- La visita alla Sezione Archeologica consentirà la conoscenza del rapporto uomo ambiente attraverso i secoli dal medioevo alla preistoria. Sono esposti materiali archeologici di significativa importanza per la conoscenza storica del territorio della Majella Orientale, notevole risalto è dato dal reperto osseo noto come “Uomo della Majella” rinvenuto nel villaggio neolitico di Fonterossi.

- Visita al Giardino Botanico “Michele Tenore”: struttura annessa al museo vi sono coltivate circa 500 specie di piante tra le più caratteristiche delle diverse fasce vegetazionali della Majella.

Inizio escursione ore 16.30, durata 2 ore 

Breve escursione per raggiungere l’Area Faunistica del Camoscio d’Abruzzo dove sarà possibile avvistare a breve distanza qualche esemplare di questa specie.

Passeggiando per le strade del paese prima di arrivare all’area faunistica breve sosta al Monastero di Santa Maria della Misericordia, costruito in epoca medievale dal Beato Roberto da Salle, discepolo di Celestino V, ma sottoposta a diverse ristrutturazioni (in particolare si ricorda la distruzione a causa di un violento terremoto nel 1706) .

Di notevole rilevanza, al suo interno si trovano una croce in rame battuto della prima metà del XIV secolo e la statua del XII secolo di Santa Maria della Misericordia, restaurata in epoca successiva dall’artista  lamese Giuseppe Verlengia, che si occupò anche della costruzione del campanile.

 

Attività laboratoriali per bambini a cura del CEA – Centro di Educazione Ambientale di Lama dei Peligni (attività dedicata a bambini e famiglie)

Inizio Attività laboratoriale ore 11.00, durata attività 2 ore

 

Il Comune sarà lieto di offrire ai partecipanti, fino ad esaurimento scorte, un "sacchetto della qualità" con materiale informativo sul territorio.

 

Per informazioni e per le attività per cui è richiesta la prenotazione, contattare i riferimenti indicati sotto.

0872.91221 comune;  Rif. Pina Angelucci - info@cooperativamajella.it – cell.3896897959;
Contatti x prenotazioni: Pina Angelucci 3896897959- 0872.478005- info@cooperativamajella.it -venerdi 02/10; lunedi 05/10; Mercoledì 07/10; mattina dalle ore 10:00 alle ore 12:00.

Altre informazioni utili: 

La partecipazione alle iniziative è aperta a tutti ed è, salvo dove diversamente indicato,gratuita.