Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Fiumicino: "Il Porto di Traiano"

Fiumicino: "Il Porto di Traiano"

Nel 42 d.C. l’imperatore Claudio emanò un decreto per costruire un nuovo porto nei pressi di Ostia, in quanto il vecchio approdo alla foce naturale del Tevere, a causa dei continui insabbiamenti, non consentiva l’ancoraggio alle navi di grandi dimensioni. Il nuovo impianto fu realizzato anche per alleggerire l’enorme traffico commerciale di prodotti che arrivavano a Roma da ogni parte dell’Impero. Il nuovo bacino, inaugurato da Nerone, comprendeva due moli ed un faro, ed era collegato al Tevere tramite due canali artificiali. Ma anche il Porto di Claudio finì ben presto per subire un progressivo insabbiamento, tanto che Traiano (98-117 d.C.) decise di costruire un nuovo impianto portuale più sicuro, facendo scavare un bacino artificiale più interno, dalla singolare forma esagonale. Il bacino, inaugurato nel 113 d.C., comunicava con il Tevere e con il Porto di Claudio mediante un canale artificiale, la Fossa Traiana (l’odierno canale di Fiumicino). All’interno potevano attraccare circa 200 navi; alle spalle dei punti di ormeggio erano grandi magazzini preceduti da portici. Un faro, costituito da una serie di dadi sovrapposti, si trovava sul molo destro del canale d’imbocco al bacino portuale; completavano il complesso una statua colossale di Traiano ed un grande edificio di rappresentanza (il c.d. “Palazzo imperiale”, presumibilmente la residenza del Prefetto dell’Annona) con terme, un piccolo teatro privato ed un tempietto di Ercole. Il Porto di Traiano fu in uso probabilmente fino all’ultimo quarto del IX secolo, per essere abbandonato nel X-XI secolo d.C. L’area del porto di Claudio, completamente interrata, è ora occupata dalle strutture dell’aeroporto di Fiumicino, mentre il bacino del porto di Traiano è circondato dalla pineta dell’ottocentesca Villa Torlonia (oggi appartenente alla famiglia Sforza Cesarini), in gran parte espropriata.  


 

NOTE INFORMATIVE:  
Modalità di prenotazione | Ci si può prenotare telefonando allo 06-36005281 oppure scrivendo un'email a libreria.ptroma@touringclub.it e per aderire è necessario comunicare i dati del Socio e il recapito telefonico.     

Modalità di pagamento | Le quote delle visite prenotate devono essere versate esclusivamente c/o il Punto Touring di Roma in Piazza Ss. Apostoli 62/65 ENTRO SETTE GIORNI SUCCESSIVI ALLA DATA DI PRENOTAZIONE. I Soci possono inoltre pagare mediante autorizzazione al prelievo da carta di credito (che verrà effettuato al momento della prenotazione) inviando una comunicazione scritta via mail o fax al Punto Touring, oppure con bonifico bancario intestato a Touring Servizi Srl alle seguenti coordinate bancarie: Banca UBI codice Iban IT72 O054 2801 6010 0000 0035 089 specificando la visita guidata e inviando la fotocopia del versamento al numero di fax 06-36005342 oppure via email all'indirizzo libreria.ptroma@touringclub.it.     

Modalità di annullamento | Per motivi fiscali le eventuali disdette di visite giornaliere o di mezza giornata, non danno diritto ad alcun rimborso. Si potrà procedere al rimborso qualora la disdetta venga comunicata CON TRE GIORNI DI ANTICIPO e ci siano le premesse per una eventuale sostituzione (lista di attesa). In caso di annullamento della visita guidata le quote verranno rimborsate entro e non oltre 30 giorni dalla data dell’evento.   

Altre informazioni utili: 

QUOTE DI PARTECIPAZIONE:  Socio e accompagnatore: € 12,00      Non Socio: € 15,00  
Si consigliano scarpe comode e antisdrucciolo.

 

   

 

In collaborazione con: 

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club