Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Feste e tradizioni di Sardara - periodo agosto/settembre 2014

Feste e tradizioni di Sardara - periodo agosto/settembre 2014

Sardara durante il periodo estivo offre un’ampia programmazione di eventi turistici e culturali in linea con le caratteristiche del territorio, ovvero ambiente, benessere e cultura.
Importante è la festa della Beata Vergine Assunta (14- 15 agosto) santa patrona di Sardara, durante la quale, oltre ad una processione, vengono organizzati spettacoli vari e manifestazioni culturali.
A cadenza annuale vengono inoltre organizzate altre feste di carattere religioso, come la festa di San Gregorio Magno (6- 7 settembre), in occasione della quale gli abitanti del rione aprono le porte di casa ai visitatori, offrono dolci agli ospiti e vengono esposte le memorie del passato. 
La festa principale è quella dedicata a Santa Maria Aquas con quattro giorni di festeggiamenti che animano il borgo (da sabato 20 a martedì 23 settembre). Patrona della diocesi Ales-Terralba, si tratta di una festa che affonda le proprie radici in tempi remoti. Nel periodo giudicale e durante la dominazione spagnola il culto di Santa Maria de is Abbas si diffuse in un’area ben più estesa di Sardara e la fiera che vi si svolgeva a fine estate aveva una grande partecipazione di venditori e di pubblico. Nei secoli successivi la festa continuò a crescere. I devoti della Santa giungevano da paesi vicini e lontani con le “traccas” (carri decorati trainati dai buoi), vi erano i venditori di “turras e talleris” e di “bestis” per l’inverno, provenienti da varie zone, i venditori di scanni, di stuoie e di pentole di terracotta che arrivavano da Pabillonis, i ramai di Isili, i coltellai di Guspini e di Arbus, i venditori di botti, di attrezzi e utensili di ogni genere.
Da oltre 140 anni, l’area termale dove sorge il santuario dedicato alla Vergine delle Acque si anima di una grande folla di devoti e visitatori, provenienti da diversi paesi. La tradizionale processione vede la discesa della Santa tramite un carro trainato da buoi, è accompagnata da gruppi folkloristici ed esibizioni di giovani cavalieri. I rituali religiosi sono accompagnati da musica, spettacoli pirotecnici e degustazioni enogastronomiche.