Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Festa del Duca “Sipari Rinascimentali”

Festa del Duca “Sipari Rinascimentali”

Urbino, patrimonio dell'umanità, ritorna a ricordare la maestosità del passato il 13, 14 e 15 agosto 2010 con la XXIX edizione della Festa del Duca “Sipari Rinascimentali”, grande manifestazione che farà riscoprire attraverso mostre, laboratori artistici, cinema storico, poesia, teatro, danza, laboratori, mercati rinascimentali ed artigiani dislocati per il centro storico, il ricco lascito culturale e lo splendore della corte dei Montefeltro.

 

Anche questa edizione, promossa dall’Associazione ARS Urbino Ducale in collaborazione con l' Assessorato Turismo e l' Assessorato Attività produttive del Comune di Urbino e sotto il patrocinio di Regione Marche, Provincia di Pesaro Urbino, Comunità Montana Alto e Medio Metauro, ERSU, si propone di coinvolgere attivamente visitatori, artisti e artigiani, così da valorizzare il patrimonio storico e culturale del territorio.

I visitatori, veri protagonisti dell’intera manifestazione, saranno accolti da colorate bandiere disposte sui palazzi antichi. I vessilli delle Dieci Contrade di Urbino indicheranno infatti la strada verso il centro storico, cuore pulsante dell'intera manifestazione. Qui ogni giorno, dal 13 al 15 agosto, rinomate maestranze artigiane come orafi, vetrai, ceramisti, vasai, intagliatori, cestai, tessitori e scalpellini animeranno via Veneto; bambini ed adulti, oltre ad indossare i veri abiti della corte, potranno cimentarsi nell'apprendere tecniche di mestieri ed arti ormai dimenticate nei numerosi laboratori in via Raffaello.

 

Tra le tante attività, ci si potrà iscrivere a corsi di costruzione e stampa storica su bandiera, tessitura, ceramica- produzione tipica urbinate, realizzazione di maschere di cuoio della commedia dell'arte,  costruzione di giochi antichi, lavorazione del vetro, creazione di cornici ed intarsio del legno, esercitazioni con pantomima e scherma, intreccio di cesti con erbe palustri, costruzione di aquiloni e ricamo a tombolo. Chi desidera potrà inoltre fermarsi ad ammirare la mostra mercato di artigianato artistico e ristorarsi in qualche giardino e cortile allestito secondo i dettami delle vere osterie rinascimentali. Sarà infatti possibile assaggiare i piatti tipici che imbandivano le tavole del Duca e riscoprire così antichi gusti e sapori, origini del variegato patrimonio enogastronomico urbinate.

Per le strade e le piazze assieme ai tradizionali mestieri rinascimentali disposti qua e là per le salite ed i vicoli nascosti, ricreeranno quella magica ed al contempo maestosa atmosfera che regnava al tempo dei Montefeltro un tripudio di spettacoli. Musica antica, teatro dialettale ed etnico (La Giostra e Teatro Due Mondi), danza (“Antonella Pierucci” e “Sguardo ad Oriente” di Fermo), reading poetici, mostre (“Il costume rinascimentale fra arte e tecnica”, “ Il tombolo e il macramè”, “Gli aquiloni Rinascimentali”, “La pittura rinascimentale” e "Federico e le principesse"- mostra storico-documentaria a cura  dell'Archivio di Stato di Pesaro sez. Urbino, della prof.ssa Anna Falcioni e del Prof. Antonello De Berardinis dell'Università degli Studi di Urbino), una rassegna cinematografica - presieduta dal maestro Mario Monicelli e dedicata a Pasolini e che vedrà come ospite d'onore del Festival Ninetto Davoli.

 

Culmine degli spettacoli sarà il 14 agosto con “La Notte del Duca”, quando da Piazza Rinascimento partiranno tamburini, saltimbanchi, giocolieri, cornamusieri e sbandieratori di San Sepolcro per omaggiare la corte dei Montefeltro con meravigliosi spettacoli e performance fino alle prime luci del giorno.

Il Palazzo Ducale del Laurana sarà infine la cornice del corteo storico e della vera e propria rievocazione in onore di Battista e Elisabetta Gonzaga, “Due principesse del Ducato dei Montefeltro” del 15 agosto. Le due dame verranno salutate dalle delegazioni provenienti da tutta Italia nonché da un susseguirsi di sfide volte a premiare l' abilità dei più valorosi. Per la prima volta si terrà il Torneo degli Arceri delle Dieci contrade di Urbino, e non mancherà il tradizionale Torneo Cavalleresco della Cortègiania all’anello - disputa incruenta in uso alla Corte Urbinate, durante la quale Guidubaldo da Montefeltro perse un occhio. Il tutto si svolgerà alla Fortezza “armata” Albornoz, per l'occasione trasformata in campo d' armi dei più abili cavalieri d'Italia e de “I poeti della spada” di Urbino. Inoltre altri spettacoli si svolgeranno presso il Museo archeologico “Bella Gerit”, che racchiude mura storiche e reperti di ceramica antica del 300 urbinate.

La Festa del Duca “Sipari Rinascimentali 2010” si configura come un importante avvenimento non solo a carattere cittadino, ma soprattutto come un rilevante appuntamento culturale nel pieno dell'estate  in cui antiche tradizioni, storia e arte si fondono in una città, conosciuta in tutto il mondo come culla del Rinascimento italiano, capace di rinnovarsi continuamente e di trovare sempre un armonioso equilibro tra le glorie del passato e le nuove sfide della modernità.