Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Este (Pd), "Meraviglie dallo Stato di Chu"

Este (Pd), "Meraviglie dallo Stato di Chu"

Un accordo tra Italia e Cina, e più precisamente tra Veneto e la Provincia cinese del Hubei, consente per la prima volta in Europa di scoprire le magnifiche testimonianze dell’antica civiltà dello Stato di Chu, sviluppatosi lungo le sponde del Fiume Azzurro. Successivamente, una Mostra allestita al Museo Provinciale del Hubei, consentirà ai cinesi di avvicinarsi alla storia che precedette di secoli la nascita di Venezia, nella pianura fra Adige e Po.
Per questo la grande esposizione dal titolo Meraviglie dallo Stato di Chu è diffusa su tre sedi: oltre al Museo Nazionale Atestino di Este (Padove), infatti, le collezioni dello Stato di Chu sono visibili anche al Museo Archeologico Nazionale di Adria (Rovigo) e al Museo d’arte orientale di Venezia. Le mostre, che in oirigne dovevano terminare il 25 settembre, sono state prorogate fino al 20 novembre.
 
Nato come piccolo regno militare, Chu si espanse al punto da diventare, sul finire del Periodo delle Primavere e degli Autunni (770 - 454 a.C.), una vera e propria potenza e visse il suo momento di massimo splendore nel successivo Periodo degli Stati Combattenti (453 - 221 a.C.)
L'impressionante qualità e stato di conservazione di reperti archeologici rinvenuti nella provincia di Hubei, cuore dello stato di Chu, in uno straordinario contesto archeologico di recente scoperta, testimonia come la supremazia del regno fosse culturale, prima ancora che militare.

In mostra si susseguono quindi armi e giade che rappresentano i due punti estremi dello Stato di Chu: la supremazia terrena attraverso la guerra e il consenso celeste attraverso l'offerta del bene più prezioso; bronzi rituali; lacche straordinariamente conservate; campane di bronzo e strumenti musicali. E ancora, vasellame che sarebbe stato il modello di riferimento per i contenitori bronzei dei secoli successivi; e corredi funerari di alcune tombe nobiliari.
 
Il tradizionale allestimento di una mostra archeologica è completamente rivisitata integrando l’allestimento espositivo in modo dinamico, multimediale e coinvolgendo il pubblico in un’esperienza multisensoriale. A rendere eccezionale questo progetto (promosso, per parte italiana, dai Comuni di Este e di Adria, dalla Soprintendenza Archeologia del Veneto, dal Polo Museale del Veneto, sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e dalla Regione del Veneto) è l’esposizione dei reperti del Museo Provinciale del Hubei accanto alle coeve testimonianze territoriali esposte nei Musei Nazionali Archeologici di Este e di Adria, sedi delle mostre.