Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Due Giorni a Udine

Due Giorni a Udine

Le iniziative del Corpo Consolare di Venezia

Visita guidata TCI n. 09/17

 

Due Giorni a UDINE

Sabato 27/domenica 28 maggio 2017

 

 

Scheda a cura del Console TCI di Venezia: Donatella Perruccio Chiari

 

La giornata di sabato 27 inizierà alle ore 10,00, accompagnati dalla prof. Borean, con la visita al Duomo, accanto al Duomo visiteremo la Cappella della Purità,  Passeremo poi all’Arcivescovado con Museo Diocesano.

Pausa pranzo.

Visita al Museo del Castello, accompagnati dalla direttrice d.ssa Paola Visentini e dalla prof. Borean.

Al termine, accompagnati dalla d.ssa Elisabetta Milan, faremo una visita/passeggiata in centro storico, per conoscere la città: palazzi, monumenti, piazze e visita alla Secolare “delle zitelle”.

****

Domenica 28 inizieremo alle 9,30 con la visita alla Cappella Manin, poi a seguire visiteremo il museo di Arte Contemporanea Casa Cavazzini accolti e guidati dalla direttrice d.ssa Vania Gransinigh. Qui incontreremo un responsabile del museo, che ci parlerà  del Centro di Ricerca e di Promozione dell’Arte Contemporanea di Udine.

Nel pomeriggio stiamo ancora cercando di organizzare un altro incontro, ci auguriamo di poterlo fissare prima della data del 28 p.v.

****

 

Duomo di Udine

La visita si concentrerà soprattutto sulla riforma settecentesca dell’edificio, che ha coinvolto il presbiterio e le cappelle laterali, con l’intervento di scultori quali Giuseppe Torretti (presso cui si forma Antonio Canova) e Giambattista Tiepolo, patrocinati dalle famiglie Manin e Dolfin.

 

 

Palazzo Arcivescovile

La visita si focalizzerà sugli affreschi eseguiti da Giambattista Tiepolo, su incarico del patriarca Dolfin, grazie ai quali l’artista veneziano si impone di fatto come il più dotato frescante del momento e come Paolo Veronese redivivo.

 

Pinacoteca di arte antica dei musei civici (in castello)

La lezione si focalizzerà sui alcuni dipinti di estremo interesse conservati in galleria, da Giovanni Antonio da Pordenone a Palma il Giovane, da ‘Caravaggio’ a Tiepolo.

 

Chiesa della Casa Secolare detta “delle zitelle”

Storia e visita della seicentesca Chiesa della Casa Secolare”, nata nel 1545 come congregazione laica voluta da due nobildonne udinesi per "dotare" fisicamente e moralmente le giovani fanciulle che erano destinate ad entrare in società attraverso il matrimonio. All'interno della preziosa chiesetta spicca la pala d’altare della presentazione di Maria al Tempio di Maffeo da Verona, la sagrestia con le tele inedite sempre del medesimo autore noto come il pittore delle Sette Maniere. Sarà possibile visitare anche la stanza del "Primo Fuoco", luogo di aggregazione delle nobildonne nel XVI secolo, recentemente riscoperta dopo alcuni lavori di ristrutturazione.

 

Cappella Manin

La visita offre l’opportunità di entrare in un luogo normalmente chiuso al pubblico, cioè la cappella privata fatta erigere dalla famiglia Manin, che per l’apparato decorativo scultoreo ingaggiò – come per il duomo cittadino – Giuseppe Torretti.

 

Casa Cavazzini – Museo d’arte moderna e contemporanea

 Moderno e funzionale, disegnato nel progetto di ristrutturazione dall’architetto Gae Aulenti, ha un patrimonio di oltre quattromila opere tra dipinti, sculture e grafica, da metà Ottocento ai giorni nostri. Tra le collezioni più prestigiose: la raccolta d'arte italiana del '900 donata da Maria Luisa Astaldi (opere di De Chirico, Savinio, Severini, Sironi, Campigli, Pirandello, ..),  la collezione FRIAM, ( opere di De Kooning, Andre, Sol LeWitt...), le opere dei fratelli Afro, Dino e Mirko Basaldella.

 

Profilo della prof. Linda Borean

Linda Borean è Professore Associato di Storia dell'arte moderna all’Università di Udine, dove ha diretto la Scuola di specializzazione in beni storico-artistici e la Laurea magistrale in storia dell’arte. Dal 2016 è stata nominata Delegato alla didattica del dipartimento di studi umanistici e del patrimonio culturale e Vicecoordinatore del Dottorato di ricerca in studi storico-artistici e audiovisivi.

I suoi interessi scientifici riguardano l’arte veneta tra Quattrocento e Settecento, con particolare riguardo agli aspetti della committenza, del collezionismo, della critica d’arte e dell’evoluzione della figura professionale dell’artista.

Dal 2002 al 2009 ha preso parte al progetto  Il Collezionismo d’arte a Venezia dalle origini all’Ottocento, sostenuto dalla Fondazione di Venezia in collaborazione con il Getty Research Institute.

Nel 2012 ha co-organizzato la mostra I colori della seduzione. Giambattista Tiepolo e l’arte di Paolo Veronese (Udine, Civici Musei).

Ha al suo attivo numerose pubblicazioni tra volumi e saggi apparsi in riviste scientifiche internazionali e in cataloghi di mostre.

E’ stata Scholar presso il Getty Research Institute di Los Angeles e Senior Fellow al Metropolitan Museum of Art di New York.

Nel 2017 è stata nominata dal Consiglio superiore dei beni culturali membro del Comitato scientifico delle Gallerie dell’Accademia di Venezia.

Ha ottenuto l’abilitazione scientifica a professore ordinario nel settore 10/B1.

 

Profilo della d.ssa Elisabetta Milan

Storica dell'arte, laurea in Conservazione dei Beni Culturali presso l'Università degli Studi di Udine, A.A. 2003/2004, tesi monografica su Alice Dreossi pittrice, guida d'arte Regione FVG nr. 178 e restauratrice con specializzazione in dipinti su tela e sculture lignee policrome e dorate, specializzata presso l'Università Internazionale dell'arte di Venezia.

Tra i restauri effettuati si ricordano gli Stalli lignei dorati di G.Torretti, Sec. XVIII del Duomo di Udine, il dipinto su tela raffigurante "S. Sebastiano" di G. Lazzarini, sec. XVII, il dipinto su tela raffigurante "La messa di Suffragio" di G. B. Bissoni, sec. XVII.

 

Profilo della d.ssa Paola Visentini

Curatore del Museo Archeologico dei Civici Musei e Gallerie di

Storia ed Arte di Udine e della sezione Paletnologica e Antropologica

presso il Museo Friulano di Storia Naturale di Udine.

1999-2005 Assistente tecnico specializzato presso la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia-Ministero per i Beni e le

Attività Culturali e del Turismo.

2001-2003 Direttore scientifico del Museo della Grotta di Pradis, Pordenone.

Si occupa principalmente del Neolitico recente e Eneolitico dell’Italia

settentrionale in relazione anche ai rapporti col mondo transalpino e con

la regione adriatica.

 

 

 

 

Altre informazioni utili: 

Console   TCI accompagnatore:

  • Donatella Perruccio Chiari
  • tel. 348 2660404

 

Visita condotta da:

  • prof. Linda Borean (27 e 28)
  • d.ssa Elisabetta Milan ( 27 pom.)
  • d.ssa Paola   Visentini (27 matt)
  • d.ssa Vania Gransinigh (28 pom)

 

Prenotazioni solo telefoniche:

 

Tempi di prenotazione: non  prima di tre settimane dallo evento (fino esaurimento posti).

 

Quota individuale di partecipazione:

  • Soci :           € 35,00
  • Non soci :    € 40,00
  •  

Altri costi: biglietti di ingresso:

  • Museo Diocesano: € 5,00 (ridotto)
  • Musei Civici Cast.: € 4,00 (ridotto)
  • Casa Cavazzini: € 2,50 (ridotto)
  • Cappella Manin: € 2,00
  • Cappella della Purità: offerta volontaria
  • radioguida € 2,50/dì, si pagano in loco.

 

Informazioni  utili:

 

luogo : inizio visite: Duomo di Udine

 

ora del ritrovo: ore 09,45 davanti alla scalinata d’ingresso al Duomo di Udine

 

Ora inizio dell’evento: 0re 10,00

 

durata  della visita: la visita si svolge nell’arco delle due giornate

 

la partecipazione è riservata a: soci (con eventuale accompagnat.) e non soci.

 

n° max partecipanti:  30

 

pranzo: stiamo contattando ristoranti per pranzo e cena del 27 ed il pranzo del 28.

 

accesso ai disabili:  si

 

recapito   tel. x emerg.:  fino  al  giorno prima dell’evento 327 5575292, poi 348 2660404

 

come arrivare al punto di ritrovo:  il ritrovo è previsto in Piazza Duomo.

 

Alloggio: consigliamo i soci/partecipanti di consultare i siti specializzati, quali Booking.com, Tripadvisor ecc.

 

 

 

Accesso disabili: 

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club