Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Da Valvasone a Sesto al Reghena: arte e natura a sud delle Risorgive

Da Valvasone a Sesto al Reghena: arte e natura a sud delle Risorgive

 

 

LE INIZIATIVE DEL CLUB DEL TERRITORIO DI TRIESTE

 

sabato 10 giugno 2017

Da Valvasone a Sesto al Reghena: arte e natura a sud delle Risorgive

 

 con i Consoli di Trieste e il Viceconsole di Pordenone

Gabriella Cucchini, Mirca Negrini e Ario D'Andrea

 

Accompagnati dalla storica dell'arte Francesca Nodari, che già ci ha fatto conoscere le chiesette votive della Slavia Veneta, compiremo un affascinante percorso lungo il Tagliamento. Visiteremo il bellissimo borgo di Valvasone con le chiese e il suo castello da poco restaurato e il complesso dell'Abbazia di Sesto al Reghena, che risale all'ottavo secolo, quando i figli del duca longobardo Pietro fondarono un monastero benedettino. Ci sarà anche il tempo per un pranzo con prodotti esclusivamente locali.

 

PROGRAMMA

Ore 8.15 

  • Ritrovo dei partecipanti in piazza Oberdan per la verifica delle presenze e la partenza in pullman alle ore 8.30

 

Ore 10.30  

  • Arrivo a Valvasone, piazza del Mercato e ritrovo con gli altri partecipanti che provengono da altre località con i propri mezzi.

 

Ore 10.45

  • Visita al Duomo (chiesa parrocchiale del SS. Corpo di Cristo), costruito nella seconda metà del Quattrocento e rimaneggiato in stile neogotico. All’interno l’unico organo del Cinquecento veneziano presente in regione con  portelle dipinte e un Crocifisso ligneo; inoltre altre opere di notevole interesse: l' altare seicentesco di Santa Caterina di pregevole fattura, con paliotto attribuito a Francesco Penso e pala d’altare di Giulio Quaglio, famoso pittore lombardo tardo barocco.
  • Chiesa dei Santi Pietro e Paolo

 

Ore 11.15

  • visita alla: sul sito di una originaria cappella trecentesca, presenta nell’interno importanti affreschi di Pietro da Vicenza, influenzato dall’incisivo stile grafico di Gianfrancesco da Tolmezzo, con il quale aveva collaborato. Inoltre una Crocifissione di sapore goticheggiante (seconda metà fine Trecento).

 

Ore 11.45

  • visita al Castello: fondato per ordine del Patriarca di Aquileia Gregorio di Montelongo, l’attuale edificio risale al 1518 ed è circondato da un profondo fossato e dall’antica cinta muraria. Al suo interno: uno dei rarissimi esempi di teatrino settecentesco privato e in una sala adiacente decorazioni dei soffitti lignei ed alcuni affreschi decorativi del Quattrocento. Sotto di essi, su una delle pareti, è stata rinvenuta una porzione di circa 20 metri quadrati di affreschi del Trecento particolarmente rari per il soggetto profano riprodotto.

 

Ore 12.45

  • con il pullman andremo verso San Vito al Tagliamento nella frazione di Prodolone, per il pranzo.

 

Ore 13.15

  • pranzo all'agriturismo “La Torre del Falco”, aperto esclusivamente per noi, con cibi prodotti in loco.

 

Ore 15.00

  • risaliremo in pullman per andare a Sesto al Reghena

 

ore 15.20

  • inizio della visita all'Abbazia di Santa Maria in Silvis, costituita da vari edifici non tutti visitabili: torrione d’ingresso, unico superstite delle sette torri di difesa; la prima chiesa: il più antico edificio dell’abbazia nominata nell’atto di donazione del 762; il campanile e il portale; la Cancelleria abbaziale,  di impianto romanico (XI secolo); la Residenza dell’Abate ora Municipio: di impianto rinascimentale, forse commissionato dall’abate Giovanni Grimani ad Andrea Palladio.
  • Della Chiesa abbaziale, edificata tra la fine dell’XI e l’inizio del XII secolo, vedremo i tanti elementi che la compongono, quali un atrio quadriportico ricoperto   nel XII secolo e un lungo vestibolo, elementi architettonici questi unici in Friuli. Il portico (sec. XI  con aggiunta del  sec. XIV) presenta pregevoli affreschi databili al Duecento e Trecento, tra cui spicca un affresco di tematica cavalleresca. Il Vestibolo: ha un bel soffitto quattrocentesco a travature scoperte e alle pareti un ciclo di affreschi attribuiti ad Antonio da Firenze. L'Atrio ha la parete di fondo riccamente  decorata: vi spicca l’affresco  dei Tre Vivi e dei Tre Morti (raffigurazione tipica dell’epoca medioevale sulla vanità della vita).
  • La Chiesa presenta un notevole apparato di pitture a fresco eseguite in epoca diversa. L'abside è interessata a lavori di restauro e pertanto non visibile.  Di grande rilevanza nella zona presbiteriale il ciclo di affreschi trecenteschi (1310-1330) di chiara matrice giottesca, di due maestri tra cui spicca il Maestro del Lignum Vitae. Nella navata sinistra affreschi del XVI secolo di artista friulano. Nella Cripta si conservano alcune notevoli opere scultoree quali l’Urna di Sant’Anastasia risalente alla metà dell’ VIII secolo, esempio molto raffinato di scultura di epoca longobarda, del periodo della cosiddetta Rinascenza liutprandea e l’Annunciazione, databile sotto il profilo stilistico all’inizio del Trecento. Vi è anche una pregevolissima Pietà (nota anche come Vesperbild), opera di origine austriaca e risalente agli inizi del Quindicesimo secolo.

 

Ore 18.15

  • partenza in pullman per Trieste con arrivo intorno alle ore 20.15 circa.

 

CURRICULUM di Francesca Nodari:

laureata in Conservazione dei Beni Culturali all'Università degli Studi di Udine; borsista presso la Fondazione di Studi di Storia dell'Arte Roberto Longhi di Firenze; specializzata in Storia dell'Arte presso l'Università degli Studi di Firenze; ha collaborato con i Musei del Comune di Trieste e con altre istituzioni in regione, tra le quali anche il Centro di Catalogazione di Passariano.

 

Altre informazioni utili: 

 

Il mondo del TCI sul WEB

 

Informazioni:

 

trieste@volontaritouring.it

 

Club del Territorio di Trieste del Touring Club Italiano

 

in collaborazione con:

  • Ufficio Turistico di Valvasone
  • Ufficio Parrocchiale della Abbazia Santa Maria in Silvis

 

prenotazioni obbligatorie entro il 6 giugno

 

presso

La Via degli Artisti Viaggi

 

Quota individuale di partecipazione: 

 

utilizzando il pullman per coloro che abitano a  Trieste

  • soci 57,00  
  • non soci € 67,00

 

senza utilizzare il pullman per coloro che vengono da Gorizia, Udine e Pordenone ma sempre con copertura assicurativa

  • soci €  52,00 
  • non soci €  62,00

 

Il pullman sarà attivato con almeno 25  iscrizioni da Trieste e da località lungo il percorso, con possibilità di fermate a richiesta.

 

 

La quota comprende:

  • assistenza dei consoli TCI
  • visita come da programma con storica dell'arte
  • assicurazione RCT a cura dell'Agenzia di viaggio
  • ingressi al castello di Valvasone e all'Abbazia
  • pranzo all'agriturismo

 

Pranzo:

  • Antispasti: salumi d’oca, salumi di maiale, frico, frittatine con le erbe, verdure in agrodolce
  • Tris di primi: pasticcio alle erbe di campo, cjalzons con ricotta affumicata, tagliatelle asparagi e speck
  • Contorno: misto di verdure cotte e crude di stagione
  • Dolce, Caffè, ½ acqua e ¼ vino

 

 

ATTENZIONE:  SI VIAGGIA ESCLUSIVAMENTE CON CARTA DI IDENTITA’

 

Org. Tecnica:  LA VIA DEGLI ARTISTI VIAGGI

Rc. Ass. POLIZZA ASSICURATIVA: Compagnia Aga International S.A – Polizza nr. 189449 

Sede legale e Sede operativa : Via degli Artisti, 2 Trieste 

Autorizzazione regionale Autonoma Friuli Venezia Giulia decreto: Licenza : Decr. N. 4214 Tur d 21/12/2007

– C.F/ P.IVA 01132390327

Le condizioni generali del contratto di viaggio della Via degli Artisti Viaggi sono pubblicate in allegato e fanno parte integrante del programma di viaggio. ART. 17 L. 6 febbraio 2006 N°38 ( ex L 269/98 art. 16 ):la legge italiana punisce con la pena della reclusione i reati inerenti alla prostituzione ed alla pornografia minorile, anche se commessi all’estero.

 

Accesso disabili: 

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club