Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Da Pinocchio a Harry Potter

Da Pinocchio a Harry Potter

Che il lettore lo si cominci a conquistare dalla copertina, e si continui a coinvolgerlo con le illustrazioni interne, è un principio base per chiunque faccia libri. E che, come spiega la mostra al Castello Sforzesco, per Adriano Salani, editore a Firenze in un’Italia neonata, è stato sempre ben chiaro. Da quando, nel 1862, ha incominciato a sfornare libriccini per divulgare «l’umile, volgare, scollacciata storia popolare » italiana, con frontespizi decorati da incisioni a effetto, da oltre mezzo secolo la casa editrice fa dell’illustrazione parte integrante del racconto (e anche per questo fu tra le prime a portare in Italia Topolino).

Fino agli ultimi anni, quando, grazie a Salani, sono arrivati da noi scrittori ormai di culto: a partire da J. K. Rowling, con il successo di Harry Potter, e altri fenomeni letterari internazionali, come Philip Pullman, autore della trilogia Queste oscure materie, e Walter Moers, scrittore tedesco che ha esordito in Italia nel 2000 con Le 13 vite e mezzo di Capitano Orso Blu, da lui stesso magistralmente illustrato.