Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Como: Visita Tci alle " Terme romane "e alla "Porta romana" di Como "

Como: Visita Tci alle " Terme romane "e alla "Porta romana" di Como "

L’area compresa tra viale Lecco e via Dante, di circa 3000 mq, è interessata dalla presenza di un grande complesso di età romana, formato dalla successione di una ventina di grandi ambienti ad architettura mistilinea che costituivano un complesso termale, composto da ambienti rettangolari (supposti frigidari) alternati ad ambienti a pianta ottagonale (supposti calidari), due dei quali raccordati da un’aula biabsidata. Lo scavo è stato eseguito tra il novembre del 2006 e il settembre del 2007 ed ha permesso di raddoppiare le dimensioni dell’originario sito archeologico. Inattese novità hanno riguardato lo stato di conservazione delle strutture di età romana, che si credevano fortemente compromesse in antico e conservate solo a livello di fondazione: in aggiunta agli otto già noti è stato possibile indagare una decina di nuovi ambienti, dei quali alcuni con murature con alzati di circa un metro e mezzo. Il complesso è frutto di un progetto unitario realizzato nella seconda metà del I secolo d. C. ma che fu oggetto, circa un secolo dopo, di modifiche ed ampliamenti, ben identificati dallo scavo stratigrafico. Sono stati inoltre documentati potenti strati di distruzione, nei quali sono state recuperate, insieme ad abbondante materiale ceramico prezioso per la datazione dei resti, anche un centinaio di cassette di intonaco pertinente alla decorazione pittorica, oltre a marmi e stucchi, che sottolineano il prestigio del monumento.

All’abbandono del complesso, sul finire del III secolo d. C. e allo spoglio sistematico di tutti gli elementi di pregio, seguì una destinazione cimiteriale. Sono state individuate una decina di tombe, caratterizzate da strutture e orientamenti diversi, non raggruppate, ad eccezione di tre, bensì dislocate in vari settori dello scavo. Le uniche con corredo sono inquadrabili cronologicamente nel V-VI secolo d. C.

Un utilizzo molto diverso, ma sempre successivo al disuso delle terme è documentato dalla conservazione di una piccola fornace, all’interno di uno dei corridoi dell’ex edificio termale. Considerate le dimensioni, la struttura era forse dedicata alla fusione di oggetti in vetro o metallo ma non sono state reperite scorie o frammenti che possano indicarne con precisione la funzione.

Quota individuale di partecipazione:  (minimo 10 partecipanti)

Socio Tci       €  2,00

Non Socio     €  4,00

 

La quota comprende:      

- visita guidata   

- assistenza del Console TCI di Como Silvano  Leoni

- assicurazione RC

 

Informazioni e prenotazioni :

Ufficio promozioni turistiche della Provincia  di Como - tel. 031/269712 - Libreria "non solo libri" - tel 031/268762

Prenotazioni  entro le ore 12.00 del 18/10/2015

 

Modalità di pagamento

Al Console TCI al ritrovo

 

Il giorno della gita sarà attivo il cellulare 3391770831 (Console Leoni), solo per comunicazioni urgenti.

 

Altre informazioni utili: 

Sono previste due visite dalla durata di circa 2 ore l'una.

La prima con inizio alle ore 10.00 e la seconda alle ore 14.45

 

La visita guidata sarà curata dai Soci della Società Archeologica Comense

 

Programma

Visita delle Terme.

Al termine, si entra nella città murata e si giunge in Piazza S. Fedele. Si riprende il cardo per ammirare i bei palazzi medievali, le fortificazioni, la Porta Torre. Da qui si entra per visitare i resti della Porta di Como romana, antico e maestoso ingresso alla città, inserito nelle mura cesariane e che si trovano nel sottosuolo urbano nei pressi appunto della attuale Porta Torre.

 

Si ringraziano:

la Valduce Servizi SpA,  la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia,  la Società Archeologica Comense, i Musei Civici del Comune di Como e i Volontari Touring di “Aperti per Voi”

 

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club