Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Cherasco: INDENTITA' ARTEFATTE

Cherasco: INDENTITA' ARTEFATTE

Sarà inaugurata sabato 2 luglio a Palazzo Salmatoris di Cherasco la prestigiosa mostra di Dario Ballantini “Identità artefatte”, disegni, dipinti, sculture e video a cura di Massimo Licinio.

 

Dario Ballantini nasce a Livorno nel 1964 è figlio d’arte e si diploma nel 1984 conseguendo la maturità artistica. Inizia ad esporre le sue opere in Toscana già dal 1985 alternando la carriera di pittore con quella di trasformista per circa 10 anni.
Nel 2001 realizza una mostra presso la Galleria Ghelfi di Verona curata da Giancarlo Vigorelli, in seguito la mostra farà tappa a Genova e Milano. 
Nel 2007 riceve da Achille Bonito Oliva il premio “A.B.O.” d’Argento per la pittura, realizza le scenografie per il Tour di Ivano Fossati “L’Arcangelo” e viene pubblicata dalla Silvana Editoriale la sua prima monografia “In Arte Dario Ballantini” 1980-2006.
Tra le importanti mostre successive figurano la Galleria del Palazzo Coveri di Firenze, Castel dell’Ovo di Napoli, la Galleria De L’Europe di Parigi, Castello di Saint Rhémy-es Bosses in Valle d’Aosta, ex Chiesa Anglicana di Alassio, Galleria San Carlo di Milano, La Telaccia di Torino.
Nell’ottobre 2009 alla Triennale Bovisa di Milano si è svolta la mostra multimediale con eventi collaterali “Identità Artefatte”, in cui Ballantini ha congiunto le due attività venticinquennali con gli interventi di Antonio Ricci, Enrico Mentana, Lucio Dalla, Enrico Ruggeri, Mario Lavezzi e Remo Girone. Partecipa a Milano e a Torino alla 54’ Esposi zione Internazionale d’Arte curata da Vittorio Sgarbi.
Nel 2012 è a Londra con “Fake Identities” presso la Fiumano Fine Art Gallery. La mostra suscita grande interesse e nel marzo 2014 lo porta ad un incontro con gli studenti dell’Università di Cambridge sul tema psicologia ed arte cha ha approfondito gli aspetti della sua doppia personalità.
Ballantini alla cerimonia di inaugurazione dell’Anno Accademico 2012-2013 presso l’Accademia di Belle Arti di Verona ha tenuto la sua Lectio Magistralis titolata “L’artista a tutto tondo: l’arte apre ad infinite strade”.
Altre tappe importanti in questi ultimi anni sono a Palermo al Palazzo Sant’Elia, a Lucca Palazzo Fondazione Banca del Monte di Lucca, ArtMoorHouse London City, Arps Gallery Amsterdam, Art Basel Miami, Galerie St. Jacques Bruxelles.
Da marzo 2014 è in tour con il suo spettacolo teatrale “Da Balla A Dalla”, progettato da Massimo Licinio, scritto dallo stesso Dario con le musiche e gli arrangiamenti del Maestro Stefano Cenci in prestigiosi teatri tra cui Goldoni di Livorno, Sala Umberto di Roma, Duse di Bologna, Nuovo di Milano.
Ha apportato un prestigioso contributo sulla parete di ingresso della Metropolitan International School a Miami: 10 metri di dipinto che rimarranno indelebili a salutare le generazioni di studenti del South Florida nonché una live perfomances al Wynwood Walls dove ha dipinto 19 metri di parete, la sede del Presidente di Real Estate.
Nel 2016 realizza le sue prime sculture in bronzo in collaborazione con la Fonderia Guastini di Vicenza che vengono esposte dapprima al Circolo della Stampa di Milano ed in seguito dato il consenso di Achille Bonito Oliva, all’Electronic Art Cafè Camponeschi a Roma in una mostra in cui viene presentato per la prima volta il video “Face to Fake” ideato da Ballantini e Licinio e realizzato da Roberto Baeli.
Dopo aver dipinto uno dei corni esposti nei Giardini di Pan all’interno del Vittoriale degli Italiani, realizza, per volere di Giordano Bruno Guerri, una imponente opera su installazione, nell’ambito della manifestazione “Tra l’acqua e il cielo” con la testimonianza di Mario Botta, a cui faranno seguito una serie di esposizioni concernenti pittura, scultura, architettura e performances live nella rete museale GardaMusei.

 

Hanno scritto e parlato di lui tra gli altri: Achille Bonito Oliva, Giancarlo Vigorelli, Antonio Ricci, Marta Marzotto, Enrico Crispolti, Luciano Caprile, Ivano Fossati, Nicola Davide Angerame, Massimo Licinio, Ugo Nespolo, Pietro Cascella, Davide Rampello e Fabio Marcelli.

 

La rassegna, che ci presenta l’artista in tutto tondo, occuperà i due piani del celebre palazzo delle mostre: sarà visibitabile fino al 28 agosto, da mercoledì a venerdì dalle ore 14.30 alle 18.30, il sabato e domenica dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30. Ingresso libero.

 

L’inaugurazione sarà sabato 2 luglio, alle ore 17.30, a Palazzo Salmatoris, alla presenza di Dario Ballantini.

 

Per info: segreteria della mostra tel. 0172427050, ufficio.stampa@comune.cherasco.cn.it
Coordinamento Ballantini-Licinio: Nadia Macchi ph +39.337.273948