Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Capua (Ce): visita guidata Tci al Museo Provinciale Campano

Capua (Ce): visita guidata Tci al Museo Provinciale Campano

Il Museo Provinciale Campano di Capua, fondato dal Canonico Gabriele Iannelli nel 1870 ed inaugurato nel 1874 con un mirabile discorso dell’Abate Luigi Tosti è proprietà dell’Amministrazione Provinciale di Caserta. 
Nei primi anni dell'Unità d'Italia si manifestò la necessità di dare forme più concrete anche agli ordinamenti archeologici ed artistici della Nazione e pertanto vennero create speciali Commissioni. 
Con Decreto Reale del 21 agosto 1869 venne istituita la "Commissione per la Conservazione dei Monumenti ed Oggetti di Antichità e Belle Arti nella Provincia di Terra di Lavoro, la quale, costatata l'esistenza nella Provincia di una considerevole quantità di materiale di pregio archeologico ed opere d'arte malamente custodita e destinata a sicura distruzione, deliberò la fondazione di un Museo. 
Capua, illustre ed antica metropoli della Campania, venne prescelta quale depositaria delle più fulgide memorie della Regione; il monumentale e storico Palazzo dei Principi di S. Cipriano, dono del Municipio, fu la sede del Museo; l'Amministrazione Provinciale di Caserta si assunse il finanziamento per la gestione di esso.

Nel 1874 il Museo venne aperto al pubblico. 
Nel 1933 si rese opportuno, per il notevole accrescimento delle collezioni, un riordinamento del Museo che fu curato dal Prof. Amedeo Maiuri, che ha definito il Museo Campano: " Il più significativo della civiltà italica della Campania". 
Nella varietà e vastità del patrimonio archeologico, storico, artistico e librario che ospita è lo specchio fedele ed eloquente della trimillenaria vita di una metropoli che ha visto avvicendarsi nella sua duplice sede, di volta in volta: Osci, Etruschi, Sanniti, Romani, Longobardi, Normanni, Svevi, Angioini, Aragonesi, Spagnoli e così di seguito. 
La sua storia è legata, fra gli altri ai nomi di Spartaco e Annibale, Pandolfo Capodiferro e Pietro della Vigna, Cesare Borgia ed Ettore Fieramosca. 
Il Museo è ospitato nello storico palazzo Antignano la cui fondazione risale al IX secolo ed incorpora le vestigia di San Lorenzo ad Crucem, una chiesetta di età longobarda nel sito di uno dei tre Seggi nobiliari della città. 
L'edificio vanta lo splendido portale durazzesco - catalano che reca incastonati gli stemmi degli Antignano e d'Alagno. 
II 9 settembre 1943 un violento bombardamento aereo si abbattete su Capua riducendola un ammasso di rovine. 
II Museo seguì le sorti di molti altri edifici rasi al suolo, fortunatamente tutte le collezioni erano state preventivamente messe al sicuro e custodite dal Direttore, Luigi Garofano Venosta, e così potettero essere salvate. 
II faticoso e lungo lavoro di ricostruzione iniziato nel 1945 fu portato al termine nel 1956, epoca nella quale si riaprirono al pubblico le nuove sale nelle quali le collezioni furono sistemate con i più moderni criteri museografici tali da rendere il Museo Campano tra i più importanti d'Italia e tra i più notevoli d'Europa. 
Il 28 marzo 2012, alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, è stato riaperto al pubblico il Museo Campano dopo numerose sollecitazioni e appelli rivolti al Presidente della Provincia promosse, innanzitutto, dal Touring della Campania. 
La riapertura è avvenuta dopo oltre tre anni di lavori di restauro e risistemazione delle numerose raccolte ivi conservate, effettuate secondo criteri e soluzioni moderni. 
In particolare, l'intervento ha riguardato una rinnovata presentazione delle famose Madri con una originale ricostruzione del Tempio della dea Matuta e soprattutto con notevole 
immissione di supporti esplicativi, anche audiovisivi e didattici. 

 

Partecipanti: massimo 40 persone 

La visita guidata alle tre chiese ad Curtim e al Museo Provinciale Campano prevede un costo di 5 € a persona da pagarsi al momento della visita. 

I soci e gli amici del Touring Club Italiano regolarmente iscritti alla manifestazione sono coperti da apposita polizza assicurativa per la responsabilità civile. 

 

Altre informazioni utili: 

. è necessaria la prenotazione presso il Club di Territorio “Terra di Lavoro” inviando una email a: 
terradilavoro@volontaritouring.it 

oppure telefonando a: 333/9808553 (Antonio La Gamba) 

. Le prenotazioni sono aperte e si chiuderanno martedì 2 febbraio. 

. Partecipanti: massimo 40 persone 

. La visita guidata alle tre chiese ad Curtim e al Museo Provinciale Campano prevede un costo di 5 € a persona da pagarsi al momento della visita. 

. I soci e gli amici del Touring Club Italiano regolarmente iscritti alla manifestazione sono coperti da apposita polizza assicurativa per la responsabilità civil

 

. Il Volontario Touring accompagnatore ha la facoltà di variare l’itinerario. La manifestazione si effettua anche in caso di pioggia. 

. Il Club di Territorio “Terra di Lavoro” del Touring Club Italiano si riserva il diritto di accettare o meno la prenotazione. 

. Manifestazione organizzata per i soci e gli amici del TCI e soggetta al regolamento della Commissione regionale consoli della Campania. 

. Sono ammessi in via eccezionale i non soci perché possano constatare la qualità e l'interesse delle nostre manifestazioni, e quindi associarsi.