Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • Agrigento: "Piero Zuccaro. Antologia breve"

Agrigento: "Piero Zuccaro. Antologia breve"

Grandi tele, piccoli pastelli e, in prima assoluta, la videoinstallazione “Flyby”, cuore pulsante del progetto espositivo di Piero Zuccaro per le Fabbriche Chiaramontane di Agrigento, dove sarà protagonista con la mostra “Antologia breve”, a cura di Marco Meneguzzo, dal 26 luglio al 14 settembre 2014.
 
Da sempre attratto dalla superficie della pittura e dalle suggestioni dell’acqua e dei suoi riflessi – persino quelli più inquietanti, come le chiazze oleose di darsene e pontili che lo affascinavano sin da bambino - Piero Zuccaro (Catania, 1967) riunisce per questa esposizione alle FAM i lavori degli ultimi sette anni: il ciclo dei “Relitti”, studi sulla luce e i suoi riflessi attraverso il medium acqua; quello delle “Cattedrali”, studi sui “corpi-oggetto immersi nello spazio”; e piccoli pastelli su tela, realizzati come appunti nella lavorazione delle grandi tele.

Alle FAM in mostra una trentina di opere di Zuccaro. Per descriverle Meneguzzo usa il termine “fluidità” che, dice, “accomuna ogni suo dipinto sin dagli esordi, negli anni Novanta”. E non solo. “E’ fluidità del corpo nello spazio – spiega il curatore – anche l’arte della danza che Zuccaro, nella sua biografia, racconta di aver studiato con la guida della coreografa Donatella Capraro, coautrice e attrice di “Flyby”, il video ambientale presente in mostra”. Ed è proprio nella pittura di Zuccaro che la fluidità citata da Meneguzzo si fa visibile. “Nelle “paste alte” – scrive nel saggio in catalogo - stese a spatola del colore a olio, nel movimento sinuoso che resta fissato in ogni pennellata, nella stessa scelta dell’olio, che non si asciuga mai e la cui lucentezza fa scivolare la luce sulle creste e sugli avvallamenti creati dal colpo di spatola, nell’idea di mescolare i pigmenti sino ad ottenere un colore mescolato, persino “sporco”, che è però il risultato di mille colori che si sono amalgamati”.
 
INGRESSO LIBERO