Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • >
  • A fulgure, et tempestate, Libera nos domine - I percorsi della religiosità popolare: le vie delle Rogazioni

A fulgure, et tempestate, Libera nos domine - I percorsi della religiosità popolare: le vie delle Rogazioni

Conosciamo il territorio della parrocchia della pieve di S. Maria Assunta di Pignone seguendo i percorsi dell’antico rito delle Rogazioni, le processioni primaverili che pregavano Dio di preservare il raccolto, tenere lontane le calamità, assicurare frutti della terra sufficienti a garantire la vita della comunità per un’altra annata.

Il rito cristiano ripropone lo stretto legame con la terra e i suoi frutti che già caratterizzava antichi riti romani.

Necessario all’efficacia del rito è percorrere, almeno con lo sguardo, tutto il territorio da porre sotto la protezione della bontà divina, raggiungendo luoghi consacrati o significativi del luogo.

 

ore 9-12 Il territorio ad est del paese.

Raggiungiamo i punti che costituivano le mete di due processioni, percorrendo, per quanto possibile, gli antichi tracciati: da Pignone a Sant’Antonin, quindi in Serramazzo, a Cuccaro e poi fino alla Valletta e ritorno per la Pradiera.

 

ore 14-16 Il paese.

Era il percorso del primo giorno delle rogazioni, che attraversava più strettamente il paese, mettendolo sotto la protezione divina.

 

Attività collaterali: VIII Festa d’autunno

ore 10-13 Visita speleologica della Grotta Grande di Pignone a ura del Gruppo speleologico lunense del CAI della Spezia

ore 12-14 Pranzo in piazza (il ricavato serve per far venire Babbo Natale a Pignone)

ore 9 e 14 Laboratorio per bambini sotto la Loggia

 

 

Ai partecipanti sarà fornito materiale informativo sui percorsi e sul territorio.

 

Info: 0187887002 - pignoneproloco@libero.it