Scopri il mondo Touring

Visualizza

Val Graveglia

localita

SP 17 16040 Ne località Reppia (GE)
Superato Frisolino, piccolo centro con alcune abitazioni rustiche in blocchi di pietra a vista, una diramazione della provinciale sale da Piandifieno verso il borgo di Nascio; all’uscita dal paese, la strada prosegue verso Cassagna attraversando il ponte Cambiaso (1766), che scavalca con una scenografica arcata un dirupo profondo più di 50 metri. A 2 km da Reppia una strada privata conduce alla miniera di Gambatesa, il maggior giacimento in Europa per l’estrazione del manganese. Pur ancora in parziale attività, la miniera ha intrapreso una riconversione a fini didattico-turistici, nell’ambito delle attività del Parco naturale dell’Àveto: il Museo minerario utilizza per le visite in galleria il trenino per il trasporto del personale, lungo 1 km di gallerie a 300 m di profondità.
Tanti passaggi voltati nel nucleo più antico di Reppia, dominato, in uno scenario verde di pascoli, dalla settecentesca parrocchiale di S. Apollinare, che racchiude un pregevole trittico del ’500.
Sono Prato e Arzeno gli ultimi abitati attraversati dalla provinciale prima di valicare il passo della Biscia cui seguono, ormai in val di Vara, i piccoli centri di Codivara e Comuneglia. Da quest’ultimo, una tortuosa strada secondaria sale a Càssego, dove il Museo della Tradizione contadina è dedicato ai cicli produttivi del latte, del grano, dell’uva e del legno. Pressoché incontaminato, lo scenario boschivo che accompagna la provinciale negli 8 km verso il passo del Bocco, presso il quale è il rifugio del Parco naturale dell’Aveto.
Informazioni

Scrivi la tua recensione