Scopri il mondo Touring

Visualizza

San Marco (Passo di)

localita

San Marco (Passo di) (SO)
Risale al 1592 l'inaugurazione della strada di collegamento tra Bergamo e Morbegno, la Via Priula, che ha nel nome un tributo al suo promotore, il podestà Alvise Priuli, posto dalla Repubblica di Venezia al governo della più lontana delle province di terraferma. L'intento era quello di migliorare i collegamenti con la Valtellina e di conseguenza con i paesi d'Oltralpe, fino ad allora limitati dall'inadeguatezza delle vie di comunicazione montane. La scelta cadde sul passo da allora detto di San Marco, aperto a 1985 metri di quota tra la Val Brembana di Mezzoldo e la valle del Bitto di Albaredo. A ricordare l'evento sulla linea di spartiacque venne posta un'effige del leone alato, simbolo della Serenissima. Vicino al passo, sul versante meridionale, venne anche costruita una casa cantoniera, che potesse dare asilo ai viandanti nell'impegnativa traversata; lo stesso edificio ospita l'odierno rifugio San Marco 2000, uno dei punti di più agevole accesso al comprensorio delle Orobie. Il tracciato originario della Priula, battuto fino alla fine del Settecento, è percorribile a piedi in alcuni tratti a monte di Mezzoldo e Albaredo. La moderna carrozzabile, con pendenze fino al 12% sul fronte valtellinese e del 16% su quello bergamasco, rappresenta un classico del ciclismo e del turismo in moto.

Scrivi la tua recensione