Scopri il mondo Touring

Visualizza

Montalcino

localita

Montalcino (SI)
Il nome è famoso in tutto il mondo per via del Brunello locale, un vino rosso a base di Sangiovese Grosso, ‘inventato’ nell’800 da Ferruccio Biondi Sati, e oggi uno dei più noti e più premiati vini italiani.
Montalcino però – che si trova su un colle tra le valli dell’Asso, dell’Ombrone e dell’Arbia – ha alle spalle una storia orgogliosa non soltanto in termini enologici. Dopo la capitolazione della Repubblica di Siena di fronte ai fiorentini nel 1555, la Rocca trecentesca di Montalcino divenne l’ultimo baluardo degli sconfitti, e seicentocinquanta famiglie senesi continuarono a governare qui con le loro leggi fino al 1559, opponendosi strenuamente al dominio dei Medici.
Il centro storico è protetto da mura, e ha il suo edificio più importante nel due-trecentesco palazzo dei Priori in piazza del Popolo; sulla facciata spiccano gli stemmi marmorei dei podestà, e nel portico si trova una statua di Cosimo I de’ Medici (1564) di Giovanni Berti.
L’ex complesso conventuale quattrocentesco di S. Agostino ospita i Musei civico e diocesano d’Arte sacra, con esempi di arte senese dal dodicesimo secolo fino all’800: tra le altre, opere di Bartolo di Fredi, Sano di Pietro, Simone Martini, Ambrogio Lorenzetti, Girolamo di Benvenuto, Luca di Tommè, oltre a statue policrome quattrocentesche in legno e a uno splendido Crocifisso in bronzo del Giambologna.
Nel luogo dell’antica pieve di S. Salvatore fu costruito tra 1818 e 1832, su progetto di Agostino Fantastici, l’attuale Duomo neoclassico.

Scrivi la tua recensione