Scopri il mondo Touring

Visualizza

Villa Minozzo

localita

Villa Minozzo (RE)
Ai piedi dell’Alpe di Cusna, sui pendii coltivati orientati verso il Secchia e solcati dal torrente Secchiello, il paese, comune noto per aver mantenuto viva la tradizione del Maggio Drammatico, custodisce al riparo del moderno sviluppo di località turistica fabbricati storici con fregi in arenaria scolpita, portali decorati e alcune maestà votive. Dell’abitato si ha menzione già nel X secolo; dal 1590, grazie alla posizione baricentrica tra l’Alto Appennino e il fondovalle, vide l’istituzione di un importante mercato. Tra le più significative frazioni del circondario si ricordano: a 8,5 km, in direzione sud, Secchio con l’area della chiesa di S. Bartolomeo (XIII secolo, rifatta nel 1899) ed edifici settecenteschi, e Costabona, che presenta l’abitato scalare ed esempi di portali in arenaria decorati; a 7,5 km verso ovest, Sologno, su una sottile dorsale a nord del monte Prampa, con i resti del castello, edifici del XVI-XVII secolo e la chiesa di S. Martino; a 7 km verso nord-ovest, Poiano, sotto cui, nel greto del Secchia, sgorgano polle di acque minerali salso-solfato-alcalino-terrose, e Minozzo con i resti, recentemente restaurati, dell’imponente rocca matildica. Recentemente il Parco nazionale ha fatto un ottimo lavoro a Fonti di Poiano, con sentieri segnati, staccionate, molti tavoli da picnic, un locale per le informazioni e il ristoro, cartelli, il tutto con fondi europei. Grande la presenza domenicale di escursionisti, che dispongono di ampi parcheggi.

Scrivi la tua recensione