Scopri il mondo Touring

Visualizza

Arquà Petrarca

localita

Arquà Petrarca (PD)
“Qui nei Colli Euganei a non più di dieci miglia da Padova, mi sono fatto costruire una casa, piccola ma provvista di tutti gli agi, circondata da alberi d'olivo e vitigni, che rendono quanto basta per una piccola famiglia modesta.” La serenità espressa da Francesco Petrarca in questa lettera del 1373 è la stessa che si coglie oggi passeggiando per le vie del borgo, rimasto tal quale dall'epoca del poeta. Collocazione e struttura urbanistica rimandano ai tempi in cui i Colli erano punteggiati da una serie di luoghi fortificati ma l'atmosfera che ha prevalso nei secoli è quella di un ameno borgo rurale, frequentato per villeggiatura da notabili ed ecclesiastici. Due i punti focali dell'abitato: piazza Petrarca, con la parrocchiale di Santa Maria Assunta e la tomba del poeta, e piazza San Marco, con la Loggia dei Vicari, l'oratorio della Trinità e la colonna recante il leone alato, simbolo della Repubblica di Venezia. A collegarle strade curvilinee, disegnate sul declivio e accompagnate da case in cotto e palazzetti quattro-cinquecenteschi, impreziositi da inserti nella pietra chiara del luogo. Ad ogni piè sospinto, scorci su giardini verdeggianti di giuggioli o sui colli tutt'intorno, tra vigne, oliveti e boschi di castagni. Un luogo eccezionalmente fortunato, ma merito va reso anche agli arquatesi che l'hanno saputo preservare fino ad oggi. Ultimo riconoscimento in ordine di tempo è la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, simbolo dell'eccellenza turistica nella più moderna accezione del termine.

Scrivi la tua recensione