Scopri il mondo Touring

Forlì

localita

Forlì (FC)
Sorge sulla Via Emilia, in fertile plaga agricola, dove le valli appenniniche del Montone e del Rabbi sboccano nella piana. Il nome è di origine romana, da «Forum Livii». Il campanile che mastro Aliotto costruì possente nel sec. XII per S. Mercuriale - un'immagine-simbolo per la città - si leva al fondo della vasta piazza centrale intitolata al mazziniano forlivese Aurelio Saffi, tribuno della Repubblica romana del 1849; in un'altra piazza, dalla terza finestra da sinistra al primo piano del palazzo ora del Municipio (dal 1315 già residenza degli Ordelaffi, signori della città per quasi due secoli) un giorno dell'aprile 1488 volò il cadavere di Girolamo Riario, ucciso in una congiura; uno stemma di Cesare Borgia il Valentino nella cortina della Rocca di Ravaldino indicherebbe il punto della breccia per cui il figlio del papa irruppe conquistatore (12 gennaio 1500). minuzie della storia, particolari dei monumenti di cui la città romagnola è ricca, come di opere d'arte (del suo grande pittore, Melozzo degli Ambrogi, detto appunto da Forlì, vi è tuttavia in città solo l'affresco del Pestapepe), pur in un contesto urbano reso contraddittorio dagli interventi e dalle vicende degli ultimi due secoli.

Scrivi la tua recensione