Scopri il mondo Touring

Visualizza

Empoli

localita

Empoli (FI)
Città di aspetto moderno nella piana alla sinistra dell’Arno, è a memoria d’uomo un importante centro commerciale e di industrie (oggi soprattutto abbigliamento e vetri). Il nome romano antico, ‘emporium’, conferma questa vocazione.
Il centro storico conserva tratti delle mura quattrocentesche.
Piazza Farinata degli Uberti – detta anche ‘dei Leoni’, per via delle sculture che decorano la fontana – è circondata da edifici a portico. Oltre all’elegante facciata di S. Andrea (che ricorda quella di S. Miniato a Firenze), spiccano il Palazzo pretorio e il Palazzo ghibellino, quest’ultimo fatto costruire dai conti Guidi nell’undicesimo secolo e ristrutturato nel ’500, ora sede del Centro Documentazione del Vetro e del Museo civico di Paleontologia.
La collegiata di S. Andrea esiste dal 1093, ma dell’edificio originario rimane soltanto la facciata romanico-fiorentina. Il campanile cuspidato è una ricostruzione del secondo dopoguerra. L’interno settecentesco, opera di Ferdinando Ruggeri, ha navata unica e soffitto piano; il trittico all’altare maggiore è di Lorenzo di Bicci e Bicci di Lorenzo.
Accanto, il Museo della Collegiata espone notevoli opere di primitivi toscani fra ’200 e ’400, con capolavori di Masolino da Panicale (Cristo in pietà) e Filippo Lippi (Madonna in trono); tra le sculture, due Madonne di Tino di Camaino e di Mino da Fiesole e – nella loggia del chiostro – terrecotte invetriate di bottega dei Della Robbia, fra cui la Madonna degli Ebrei (1518).
Dalla piazza, via Giuseppe del Papa indirizza verso la chiesa di S. Stefano, trecentesca ma radicalmente ristrutturata a fine ’500: chiusa al culto in età napoleonica, è ora sede espositiva, con opere di maestri come Masolino da Panicale (Leggenda della Vera Croce, 1424), Bicci di Lorenzo, Bernardo Rossellino (Annunciazione, 1447 circa).
Sulla vicina piazza della Vittoria si affacciano la casa natale di Ferruccio Busoni (sede di un museo con cimeli del grande compositore e pianista) e la chiesa seicentesca della Madonna del Pozzo, a tempietto ottagono, con loggiato.

Scrivi la tua recensione