Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Destinazioni
  • Mantova
  • Localita
  • Complesso museale di Palazzo Ducale, Mantova, localita, Edificio Monumentale

Complesso museale di Palazzo Ducale

localita

piazza Sordello 40 46100 Mantova (MN)
Telefono: 0376224832
Più che un palazzo è uno straordinario complesso - non a caso definito ‘Città in forma di palazzo’ - di edifici, chiese, piazze interne, giardini e raccordi porticati la cui costruzione e ristrutturazione si prolungò nei secoli, dalla fine del XIII al XVIII. Oggi si estende su una superficie di circa tre ettari e mezzo, inclusiva di oltre cinquecento locali e quindici spazi interni scoperti. Il nucleo più antico del palazzo fu fatto costruire dai primi signori di Mantova, i Bonacolsi. Poco dopo la loro cacciata (1328), i Gonzaga vi si stabilirono e durante i quasi 400 anni in cui ressero Mantova ampliarono e rimaneggiarono la propria residenza arricchendola di arredi e collezioni artistiche e naturalistiche preziose. Di questo immenso patrimonio quasi nulla si può oggi vedere qui: tra il 1627 e il 1628 gli stessi duchi, in ristrettezze economiche, alienarono una cospicua parte delle collezioni a Carlo I d’Inghilterra, e altre spoliazioni il palazzo subì nel 1630, durante il sacco imperiale, e ancora durante il dominio austriaco e la parentesi napoleonica. Solo agli inizi del ’900, dopo che il palazzo fu ristrutturato, si provvide a ridisporre nei suoi locali il materiale storico-artistico recuperato dalle altre dimore gonzaghesche della città e del territorio (in particolare da Sabbioneta). La raccolta di statue classiche, in particolare, è la più importante della Lombardia. La parte del complesso che prospetta su piazza Sordello è la più antica, costituita dai due palazzi porticati eretti dai Bonacolsi a cavallo tra il XIII e il XIV secolo: sulla sinistra è la Magna Domus, più piccola e priva di merlatura, collegata da un raccordo col palazzo del Capitano, a destra, merlato e con sei ampie bifore gotiche trilobate aperte in facciata in età gonzaghesca. Non direttamente visibili da piazza Sordello sono le aggiunte successive: il castello di S. Giorgio, costruito verso la fine del XIV secolo da Bartolino da Novara; la quattrocentesca Domus Nova, opera di Luca Fancelli; la Corte Nuova e la Corte ‘Rustica’, realizzate nella prima metà del ’500 da Giulio Romano. Parte del complesso è anche la basilica di S. Barbara.
Informazioni
 Apertura: lunedì chiuso; martedì 8.30-19; mercoledì 8.30-19; giovedì 8.30-19; venerdì 8.30-19; sabato 8.30-19; domenica 8.30-19. Apertura/Chiusura annuale: sempre aperto
Condizioni di visita: ingresso a pagamento. Possibile biglietto cumulativo

Scrivi la tua recensione