Scopri il mondo Touring
  • Community

Il mio oceanomare

Il mio oceanomare

Autore:Simona Braccia
Concorso chiuso!

Concorso chiuso il 31 agosto 2014 - Vistita il nuovo concorso fotografico

 

Immagine dal concorso Concorso fotografico Cieli d'Italia

Sai cos'è bello, qui? Guarda: noi camminiamo, lasciamo tutte quelle orme sulla sabbia, e loro restano lì, precise, ordinate. Ma domani, ti alzerai, guarderai questa grande spiaggia e non ci sarà più nulla, un'orma, un segno qualsiasi, niente. Il mare cancella, di notte. La marea nasconde. È come se non fosse mai passato nessuno. È come se noi non fossimo mai esistiti. Se c'è un luogo, al mondo, in cui puoi pensare di essere nulla, quel luogo è qui. Non è più terra, non è ancora mare. Non è vita falsa, non è vita vera. È tempo. Tempo che passa. E basta. tratto da Oceano mare di Alessandro Baricco. Salve,mi chiamo Simona. Ho scattato questa foto due anni fa. Avevo 23 anni, ed ero sola,con la mia tenda,in una piccola cittadina marina sulle coste del Gargano,in Puglia. Un giorno,ho deciso di andarci. Sola. Con una piccola tenda canadese e le poche cose che quest'ultima può contenere. Furono i dieci giorni più tranquilli della mia vita. sereni,in pace con il mondo. Non sentivo bisogni fisiologici di alcun tipo. Alle sei,tutte le mattine mi svegliavo. Mi appariva,Lui. Il monolite "Pizzomunno",emblema della cittadina,dietro cui molte leggende si aggirano;con una palla infuocata,rossa,arancione,rosa perlato. E mi svegliavo..e lo sentivo..sentivo il rumore del mare,il profumo della terra,Terra generatrice di vita. E allora,mi alzavo,e passeggiavo sulla spiaggia. C'ero solo io,in quei momenti magici e unici. io e le mie orme,lasciate sulla battigia. Era incredibile. cielo e terra uniti nello stesso azzurro,nello stesso amore. Credo che quella pace,non l'abbia mai più ritrovata.

Lascia un commento